1. Home
  2. Editoriale

Editoriale

Ucraina e il confine sottile tra etica, solidarietà e geopolitica

Premessa d’obbligo anche se a ribadire l’ovvio. Massimo Nava sul Corriere, prima solidarizza e condanna e poi ci parla di geopolitica: «Non saranno mai abbastanza le parole di condanna per la guerra di Putin. Non

La guerra che sta rovesciando il mondo. Nulla più come prima

La Grande Politica di ieri ridotta alla sua reale dimensione di politichetta e relativi leader spesso svelati come caricature. Personaggi di casa, facile, ma tutto il mondo a catena, a far risaltare le contraddizioni di

Le ragioni degli altri, il dubbio e la paura

In punta di piedi, con gentilezza e senza turbare certezze assolute di amici o conoscenti e neanche di lettori intercettati in giro, mi permetto di esprimere un parere che non tiene conto della furia comunicativa

I terrapiattisti cancellano Dostojevski

Contro la guerra, sempre. Per accogliere migranti che fuggono dalla guerra, sempre. Contro le dittature e le follie imperialiste, sempre. Premessa doverosa per scrollarsi di dosso le mediocri e conformiste polemicuzze pro questo guerrafondaio o

L’Unione dei sovranismi confusi e le tentazioni Usa-Russia di nuova Yalta

Dallo stato di diritto all'energia: s'è rotto il blocco di Visegrad. Le diversità di vedute nel ‘V4’, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, superano di gran lunga gli interessi comuni. E Varsavia richiama l'ambasciatore a Praga.Bruxelles

Stati Uniti e Unione Europea alleati o avversari?

Ursula von der Leyen aspetta di arrivare negli Usa per rompere il silenzio su Aukus, la nuova alleanza strategica in funzione anti-Cina tra Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia che non solo ha mandato all’aria

In Afghanistan il fallimento mascherato dell’Occidente

Per Stati Uniti e Nato bisognava e bisogna esportare democrazia. Ma i raid aerei non aiutano i civili - migliaia le vittime e più di 5 milioni di profughi – ma solo il mercato delle

Non so chi siano i 36 Giusti, ma so che lui è uno di loro – Gino Strada per Moni Ovadia

Gino Strada. Quel che dava più senso alla sua attività era la sala operatoria. Mi confidò che i suoi momenti migliori li trascorreva operando, anche fino a sedici ore in un giorno. Moni Ovadia con

G7, sempre meno Grandi e convincenti. Prova d’esame per Biden

Ritorno al faccia a faccia dopo tanti vertici via telematica. E non è detto che il contatto personale favorirà i risultati. Via lo sgarbato e umorale Trump resta ancora ‘l’estroso' Boris d'Inghilterra ad avere molto

Cronache dalle macerie politiche che ci circondano

Centomila morti dopo, la situazione Covid è peggio di prima. Siamo riusciti pure a metterci dentro una crisi di governo, non bastasse l’evidente crisi sociale e sanitaria. È come se niente smuovesse l’italiano medio dal

La politica è morta, viva la Politica dice Moni Ovadia

Isocrazia, per stare al livello culturale dell’autore, Moni Ovadia sul Manifesto. Isocrazia che vuol dire «Uguaglianza di potere», mentre democrazia vuol dire «Potere al popolo». «È tempo di scompaginare le consuetudini inveterate ci incastrano nel

Vax-NoVax, medici negazionisti, vetrina, stupidità e opportunismi

Le centinaia di morti quotidiani per Covid divenuta una abitudine e quindi, dalla paura si passa al litigare. Prima il virus si virus no, adesso, vaccino si vaccino no. Il contagio dell’imbecillità corre più veloce

«E Boris rimase senza insalata». L’amara ironia di Antonio Caprarica sulle tragedie virus e Brexit, in attesa che sia Borisexit

L’Inghilterra triste che si inabissa nel Natale più buio della sua storia recente merita forse, più che un articolo, i versi di un poeta mio conterraneo e giramondo come me: “Sei il vuoto che vanifica il

Remocontro bersaglio e facebook complice

Da oltre un mese Remocontro è sotto tiro, con un susseguirsi di boicottaggi. Ultimo, più grave, la cancellazione da facebook della pagina di ‘Ennio Remondino (giornalista)’, senza motivazione alcuna. Pagina e amici rimossi in un

Facebook e democrazia: l’algoritmo autoritario a delazioni organizzate

Remocontro è un blog giornalistico di un certo spessore basato sul volontariato di alcune anche prestigiose firme giornalistiche che non si arrendono, assieme a magistrati, diplomatici, docenti, alti gradi delle forze armate e persino una

RemoContro compie 7 anni

Il 1° novembre 2013, festa di Tutti i Santi, senza avere allora idea che l’avventura giornalistica di RemoContro, sarebbe diventata un percorso laico di quasi santificazione per quantità di impegno e fatica. L’idea di uno,

Remocontro