giovedì 18 luglio 2019

Tutti i post di "Piero Orteca"

Piero Orteca
Piero Orteca, giornalista, analista e studioso di politica estera, già visiting researcher dell’Università di Varsavia, borsista al St. Antony’s College di Oxford, ricercatore all’università di Maribor, Slovenia. Notista della Gazzetta del Sud responsabile di Osservatorio Internazionale

Il sito di intelligence israeliano Debka ha descritto una battaglia a est di Sirte in cui le milizie dell’Isis avrebbero attaccato un convoglio di miliziani di Misurata affiancati da 'marines' ...

Non solo Francia e Belgio: l'Isis avrebbe cellule dormienti che preparano attacchi terroristici anche in Italia, Germania e Inghilterra. È l'allarme lanciato dallo zar dell'intelligence Usa James Clapper in un ...

La devastante crisi mediorientale regala ogni giorno novità diplomatiche sorprendenti. Un comando unificato sull’isoletta di Tiran che metta assieme gli ufficiali dei tre Paesi sunniti e di Israele, per un ...

Medio Oriente, notizie sempre più preoccupanti. L'intelligence scopre piani di sanguinosi attentati in preparazione, la ricerca bombe atomiche “fai da te” e di gruppi di terroristi già ora armati di ...

Golan, un pezzo di Siria incamerato da Israele dalla guerra “dei sei giorni” del 1967 e ritenuto oggi il “Limes” di Gerusalemme. Quasi 50 anni fa Israele aveva conquistato la ...

Una inimicizia di vecchia data, dalle Primarie del 2008, quando l’illustre sconosciuto Obama piovuto come un alieno dall’Illinois, fece le scarpe, con tutti i tacchi a spillo, a Hillary. Soffiandole ...

Le truppe governative addestrate da Washington se la prendono molto comoda. L’offensiva diretta verso Mosul è stata praticamente fermata. Ben sette divisioni di Baghdad sono scappate di fronte al nemico. ...

Dopo il confronto apertosi in Siria, Russia e Turchia si fronteggiano anche in Nagorno-Karabach, prendendo le parti di azeri e armeni. Putin schiera missili, aerei e paracadutisti. Ankara risponde con ...

Dopo la morte della madre, Maher, il fratello avrebbe ha cercato di scalzare Bashar cercando complicità tra i russi e gli iraniani. Ma qualcuno ha cantato e il golpe non ...