martedì 16 luglio 2019

Tutti i post di "Antonio Cipriani"

Antonio Cipriani
Giornalista con una vocazione per il lato oscuro delle storie ufficiali, dopo una lunga esperienza all’Unità ha studiato e realizzato progetti editoriali che avessero al centro la democrazia dell’informazione. Ha partecipato alla costruzione di E Polis, di DNews e di Globalist syndication. Stagione professionale chiusa, si sta dedicando a nuovi progetti editoriali-artistici: tra questi Emergenze, il cui collettivo ha dato vita all’Edicola 518. Crede nel giornalismo di strada e nei progetti territoriali, culturali, artistici e narrativi, soprattutto con giovanissimi e pensionati.

Le mani sapienti di un intellettuale gentile che disegna muretti a secco. Lavora con la pietra come lavorasse con le parole. Del mistero e dell’ascolto.

Discorso sul populismo, quello ampiamente annunciato, ad alto contenuto fascista. Una riflessione su media e politica. Come essere rivoluzionari nel tempo dell'oscurità.

Lo stupore che porta a galla quel senso critico che è necessario, per non essere imbolsiti interpreti di una cultura che cancella ogni penombra. Che crea conformismo e obbedienza. Cronaca ...

Gli ulivi di Milano, sradicati dalla terra. Come anni fa il grano finto per Expo, sotto il Bosco Verticale, fintissimo. Riflessione sul senso dell’abitare al confine.

Della carta per il futuro che conserva le radici della memoria. Dell’avamposto culturale che controcorrente difende lo spazio libero del pensiero.

Riflessioni su Shakespeare e dintorni, sei secoli dopo. Potere apodittico e poveracci che non sanno come prendere le armi contro un mare di guai. Della lamentela e delle chat.

La lezione di Bernardina, novantenne che leggeva l'Unità. E tanti tanti libri. Discorso sull'ignoranza che oggi vuole dettare legge, sul populismo sciocco e sulla comunità sana.
ALT

Lettera d’amore per ogni cuore coraggioso, per ogni sfida rivoluzionaria, per chi non si arrende alla stupidità così semplificata che ci rende inutili. Mentre i nostri padri...

Il viaggio di chi percorre questa magnifica terra, lungo la Francigena, alla scoperta di un tempo diverso. Di un mondo altro. Dove rispetto e bellezza vanno a braccetto.