lunedì 25 giugno 2018

Tutti i post di "Antonio Cipriani"

Antonio Cipriani
Giornalista con una vocazione per il lato oscuro delle storie ufficiali, dopo una lunga esperienza all’Unità ha studiato e realizzato progetti editoriali che avessero al centro la democrazia dell’informazione. Ha partecipato alla costruzione di E Polis, di DNews e di Globalist syndication. Stagione professionale chiusa, si sta dedicando a nuovi progetti editoriali-artistici: tra questi Emergenze, il cui collettivo ha dato vita all’Edicola 518. Crede nel giornalismo di strada e nei progetti territoriali, culturali, artistici e narrativi, soprattutto con giovanissimi e pensionati.

Polemos parla di amicizia, giardini e speranza, prendendo le mosse da una magnifica poesia di Attila Jozsef che è arrivata come una lettera d’amore racchiusa in un libro sulle viandanze.

Caro chattatore seriale, mentre ululi nel mondo virtuale, in quello reale, fatto di paesaggi, borghi, lavoro, città, i paraculi (ricchi, potenti e cinici) ti stanno asfaltando. Non solo fisicamente il ...
alt="Il dito e la luna"

Digressione domenicale sulle scelte dei media nel campo delle notizie che arrivano da fonti di parte. Che poi vengono interpretate secondo una lettura di parte e diventano parte integrante del ...
alt="La rivoluzione del nostro tempo"

Prendendo spunto dall’analisi di Andrea Melodia, il Polemos settimanale affronta il tema delle tendenze distruttive e costruttive del tempo. Parla di rivoluzione. Di rinascita rurale e di comunità.

Polemos si occupa a modo suo di politica, di crisi, di soluzioni e di sovversione. Stavolta partendo da una canzone che risuona improvvisa immotivatamente si accende una riflessione malinconica. Tra ...
umani

Saltabeccando tra un verso di Wislawa Szymborska e un colpo di rasoio filosofico del maoista rurale. Passando per Simone Weil, per il potere che pietrifica con la sua forza senza ...
verità sull'eversione

Fuori dal dibattito Polemos affronta il tema della verità storica, in salsa politica e giornalistica, e della storia che solo il futuro – forse – potrà scrivere della nostra democrazia ...
Il canto di Sant'Antimo

Spirito rurale e dissenso qui sono narrati attraverso l’esempio del canto gregoriano scomparso da Sant’Antimo. La produzione di arte e la sua commercializzazione e l’arte di vivere di una comunità.

Coltivare cultura, un anno dopo. Che cosa ci sta mostrando nella vita questa residenza rurale, artistica e narrativa, in Valdorcia? Semi di un mondo in cui ognuno possa essere ascoltato, ...