• 28 Febbraio 2020

L’Emilia respinge Salvini, Calabria a Forza Italia, 5Stelle quasi addio

Elezioni 2020 il conto finale dei voti, la frenata della Lega: dimezzata in Calabria, -70 mila voti in Emilia Romagna

Rispetto alle europee, il partito di Salvini è in calo di consensi in entrambe le regioni. In Emilia Romagna la Lega aveva preso alle europee il 33,8% conquistando il podio di primo partito, mentre questa volta si è fermata al 32%, pari a circa 70mila voti in meno rispetto ai 760mila voti di allora. E si piazza al secondo posto dietro al Pd primo partito con il 34,7%.

Anche in Calabria i voti di Salvini si sono praticamente dimezzati rispetto alle ultime europee, quando aveva preso il 22,61%. Oggi si ferma invece al 12,3%, ossia circa 95mila voti, e arriva solo al terzo posto dopo il Pd – che paradossalmente è primo con il 15,2% – e Forza Italia in seconda posizione con il 12,4%.

Chi ha vinto e chi ha perso davvero in Emilia-Romagna

  • Il Pd guadagna consensi, in termini assoluti, sia rispetto alle regionali che alle europee, pur perdendo qualcosa in percentuale rispetto al 2014 (quando l’affluenza fu molto più bassa).
  • La Lega, invece, migliora nettamente rispetto alle regionali, ma perde rispetto alle europee di maggio.
  • Chi fa meglio di tutti, rispetto a entrambe le elezioni, è sicuramente Fratelli d’Italia: è il partito che cresce di più sia rispetto alle scorse regionali che alle europee.
  • Crollano rispetto a entrambe le precedenti tornate elettorali sia Forza Italia che il Movimento 5 Stelle, con dati nettamente più bassi di quelli riscontrati negli scorsi anni in Emilia-Romagna.

RASSEGNA STAMPA

Corriere della Sera

In Emilia-Romagna vince Bonaccini, il Pd ferma Salvini
E lui: «Perdo? Felice lo stesso» | Zingaretti: grazie Sardine
In Calabria il trionfo del Centrodestra| Conte si sente più saldo: «Sconfitto l’uomo degli slogan»

Bonaccini incassa il risultato: «C’è chi ha cercato lo show suonando ai campanelli. L’arroganza non paga mai»

COMMENTO – Le 4 ragioni della frenata di Salvini

Repubblica

Bonaccini batte la Lega di Salvini. In Calabria trionfa la destra. Sparisce il M5S
Da Zingaretti “un grazie immenso alle Sardine”.
Il leader leghista Salvini sbatte sul fortino rosso
Le Sardine: “La gente si svegliata, ora ci vediamo a Scampia”

Premiati dolcezze e stile comuni a Sardine e Bonaccini
Diamanti: “Perché Salvini ha rafforzato Bonaccini”
Il tracollo dei 5 Stelle, a rischio estinzione nei luoghi del V-Day

La Stampa

Il centrosinistra tiene l’Emilia-Romagna. La Lega non sfonda, tracollo dei 5 Stelle
“Il governo Conte esce rinsaldato dal voto per le Regionali”
“M5S un disastro annunciato, le Sardine vincenti senza aver fatto il nome di Bonaccini”
“Il voto disgiunto potrebbe essere stato decisivo per il risultato del centrosinistra”
“Bonaccini era dato perdente, forse per Salvini è stato fatale quel citofono”

“La Borgonzoni ha perso, ma il vero sconfitto di queste regionali è Salvini”
Salvini sconfitto: fallita la spallata, “ho fatto il possibile”

Conte punta sull’alleanza stabile Pd-M5S: “Gli emiliani hanno citofonato a Matteo”
Il Pd esulta e rilancia l’agenda di governo: “Siamo gli unici ad aver fermato Salvini”

ilSole24Ore

“Il governo Conte esce rinsaldato dal voto per le Regionali”

“M5S un disastro annunciato, le Sardine vincenti senza aver fatto il nome di Bonaccini”

Il Giornale

Centrodestra vola in Calabria
Bonaccini batte la Borgonzoni. Boom della Santelli. Tracollo M5s: male ovunque. Cav e Salvini in pressing sul governo

M5s, un doppio flop clamoroso
Ora il governo traballa davvero
Berlusconi esulta e poi attacca:
‘Adesso ridare parola a italiani’

Il Foglio

Dai megafoni ai citofoni, un salto senza garanzie

Elogio dello status quo. Anche le turbolenze degli anni Sessanta finirono in riforma politica. Mentre la tendenza di cambiamento che si esprime oggi nella rivolta delle classi medie genera insicurezza democratica (di Giuliano Ferrara)

Libero

Dietro la vittoria di Bonaccini: hanno deciso tutto le sardine

Emilia, attenti a questi numeri. Sardine e voto disgiunto: Stefano Bonaccini ringrazia e vince le regionali in Emilia Romagna

The Guardian

Salvini subisce una battuta d’arresto nella roccaforte di sinistra durante le elezioni regionali in Italia

Matteo Salvini della Lega non è riuscito a strappare l’Emilia-Romagna cruciale dal centro-sinistra, con M5S che ha subito pesanti sconfitte

Frankfurter Allgemeine Zeitung

“Un’amara disfatta” per la coalizione di centro-destra, guidata dalla Lega e dal suo leader, Matteo Salvini. Fallito il piano di portare l’Italia a elezioni anticipate per tornare al governo in caso di sconfitta della maggioranza alle regionali in Emilia-Romagna.

Pd e Movimento 5 Stelle (M5S) intendono, infatti, attuare una riforma della legge elettorale che, introducendo il sistema proporzionale, renderebbe molto difficile per la Lega e Salvini ottenere la maggioranza.

Inoltre, con la sconfitta della Lega in Emilia-Romagna, aumenta il peso delle altre formazioni di centro-destra, Forza Italia (FI) e Fratelli d’Italia (Fd’I).

Le Figaro

Alle elezioni regionali in Emilia-Romagna il leader della Lega, Matteo Salvini, “ha perso la sua scommessa”.

Le Monde

Un “duro colpo” per il leader della Lega, Matteo Salvini, che contava su questo voto per riconquistare il potere. Secondo diversi osservatori, per Salvini comincia ora una “traversata nel deserto”.

Remocontro

Remocontro

Read Previous

Sanremo segreta, non gossip ma lobby, agenti e clienti

Read Next

Medio Oriente, la controffensiva doppiamente elettorale di Trump