Privacy Policy Iran, ‘aereo abbattuto per errore’, scambiato per un ‘velivolo ostile’ -
mercoledì 29 Gennaio 2020

Iran, ‘aereo abbattuto per errore’, scambiato per un ‘velivolo ostile’

L’aereo della Ukraina Airlines è stato abbattuto per errore, stato scambiato per un ‘velivolo ostile’. Il premier Rohani: “Imperdonabile”. Il decollo nella notte dei missili. Zarif: “Colpa dell’avventurismo Usa”

Le prime vittime sul fronte Usa-Iran

Ansa – «L’Iran ammette di aver abbattuto l’aereo di linea ucraino, per un errore umano. Il Quartier generale delle Forze armate iraniane afferma che il Boeing precipitato quattro giorni fa poco dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran è stato “erroneamente e involontariamente” preso di mira dalle forze di difesa aerea iraniane che lo hanno scambiato per un “aereo nemico”. Tutti i 176 tra passeggeri e membri dell’equipaggio del 737 dell’Ukraine International Airlines sono morti a seguito dell’incidente. Fino a ieri l’Iran aveva negato di aver abbattuto il velivolo con un missile».

L’Iran ammette e chiede scusa

Scusandosi e porgendo le condoglianze alle famiglie delle vittime dell’aereo ucraino abbattuto dopo il decollo da Teheran, il Quartier generale delle Forze armate iraniane afferma in un comunicato che metterà in atto «riforme essenziali nei processi operativi per evitare simili errori in futuro e che perseguirà legalmente coloro che hanno commesso l’errore».

Cieli d’inferno tra droni e missili

Il raid Usa (solo droni?) che uccide Soleimani e gli altri esponenti della missione iraniana in Iraq e, alla stessa ora di mercoledì notte, la raffica di missili iraniani su due basi americane in Iraq. In quelle stesse ore il decollo dell’aereo della Ukraina Airlines, quando a Teheran in molti temevano una immediata ritorsione Usa.

«Mercoledì poco dopo l’attacco dell’Iran alle basi militari statunitensi in Iraq – spiega il comunicato militare -, il sistema di difesa aerea iraniana è stato in allerta per contrastare ogni possibile ritorsione degli americani, poiché alcune osservazioni avevano indicato movimenti aerei statunitensi verso siti strategici iraniani».

Tensione, timori, errore

Secondo le Forze armate iraniane, l’aereo ucraino avrebbe iniziato a volare vicino a un centro militare delle Guardie rivoluzionarie, sarebbe quindi stato erroneamente identificato come bersaglio nemico e sulla base di un errore umano “involontario” è stato preso di mira dal sistema di difesa aerea.

L’Iran in un primo tempo aveva negato, invitando gli stessi esperti Usa della Boeing a partecipare alle indagini. Le autorità ucraine ieri avevano avuto accesso ai dati registrati nelle scatole nere. Poi un video che mostrava l’impatto tra l’aereo e un proiettile, forse un razzo, poco distante dall’aeroporto di Teheran.

Le massime autorità iraniane

Il ministro degli Affari esteri iraniano Mohammad Javad Zarif afferma che l’errore umano dietro all’abbattimento dell’aereo di linea ucraino da parte delle forze armate dell’Iran è accaduto nel «momento di crisi causato dall’avventurismo degli Usa».  

@HassanRouhani – Armed Forces’ internal investigation has concluded that regrettably missiles fired due to human error caused the horrific crash of the Ukrainian plane & death of 176 innocent people. Investigations continue to identify & prosecute this great tragedy & unforgivable mistake. #PS752

Situazione di guerra e voli civili

Tre giorni fa nostra Alitalia che non opera voli per l’Iran, avvertiva di rotte alternative a quelle che comunque sorvolano l’Iraq e l’Iran. Voli per l’India o le Maldive, ad esempio. Rotta più sicura anche se più lunga, e un po’ di carburante in più. Intanto, la US Federal Aviation Administration ha vietato a tutti i voli commerciali di entrare nello spazio aereo iraniano ed iracheno dopo il lancio di missili contro le basi militari Usa in Iraq, sottolineando -prima dei riconosciuto errore iraniano-, «il rischio di possibili errori di calcolo e di identificazione in caso di lancio di missili».

Potrebbe piacerti anche