Corea del Nord, il Kim ‘sbagliato’ lavorava per la Cia?

Secondo una fonte del Wall Street Journal, Kim Jong-nam, avvelenato nel 2017 a Kuala Lumpur, avrebbe avuto diversi incontri con agenti operativi dell’agenzia di intelligence Usa.
Ex funzionari citati dal WSJournal ritengono che Kim, che viveva prevalentemente a Macao, avesse contatti anche con altri agenti dei servizi di sicurezza, in particolare cinesi.
Jong-Nam, più anziano dell’attuale dittatore, era stato allontanato dal padre (Jong-Il) e faceva una vita girovaga tra Macao, Hong-Kong e il resto del Sud-Est asiatico