Privacy Policy
giovedì 14 20 Novembre19

Varsavia, vertice anti Iran di Trump e soci, ma l’Ue si sfila

Oltre 60 paesi al summit voluto da Trump nella capitale polacca. Netanyahu assieme ai ministri degli esteri arabi. Palestinesi: un complotto contro di noi.
-Nascerà mai la Nato arabo-israeliana? Assaggi del cosiddetto ‘Accordo del secolo’ di Jared Kushner il genero e inviato per il Medio oriente di Trump.

Circo disperato?

Varsavia, vertice anti Iran di Trump e soci, ma l’Ue si sfila
Forse non sarà solo il «disperato circo» di cui parla il ministro degli esteri di Tehran Javad Zarif, e forse non sarà soltanto una inutile esibizione di forza, come giustamente fa propaganda il capo di stato maggiore Mohammad iraniano Hossein Baqeri già schierato in difesa, ma la Mega «Conferenza sulla stabilità e la sicurezza in Medio oriente», qualcosa su ‘come salveremo il mondo’, si propone con più titolo che sostanza.
Ultime settimane intensissime da parte degli Stati uniti e dei loro principali alleati mediorientali, Israele e Arabia saudita, eppure, ancora vigila, si apre stamane, già segnali di delusione, ‘sottotono rispetto alle attese degli americani’, per Michele Giorgio, Nena News.

Crociata mancata

Obiettivo mancato da Donald Trump, un crociata contro Tehran in cui mobilitare anche tutti i Paesi dell’Ue e contro «l’influenza destabilizzatrice dell’Iran». L’Europa però, o gran parte di essa, è più d’accordo con la Cia che con la Casa Bianca, quando sostiene che l’Iran rispetta l’accordo sul nucleare. Caccia alle streghe senza senso, o meglio, con obiettivi ed interessi molto diversi da quelli ufficialmente dichiarati.
Ed ecco l’Ue, non cuor di leone sul fronte atlantico, che aggira la sanzioni Usa, o almeno ci prova, inventandosi un ‘veicolo finanziario’ per fregare le sceriffo planetario della finanza Usa. Persino l’allineata Polonia dichiara di sostenere ancora l’accordo del 2015 firmato del detestato Obama.

Presenti e assenti

Il realtà, il fantasma nucleare iraniano, bugia ormai svelata, è la scusa ufficiale per i Paesi concorrenti nella regione rispetto alla crescente influenza politico militare iraniana: parliamo di Israele, di Arabia Saudita e di emirati sunniti vari rispetto alla Siria e alla ‘mezzaluna sciita’ che sta attraversando il medio oriente con la forza e la abilità politico militare di Mosca. Ed ecco che all’incontro di Varsavia oggi pesa l’assenza ovvia della Russia ad incontro che quasi esplicitamente dice di voler ridurre l’influenza di Mosca in Medio oriente.
Tra gli oltre 60 paesi che hanno annunciato la presenza oggi e domani a Varsavia spicca l’assenza dei rappresentanti di alto livello dei maggiori Paesi europei con la sola eccezione della Gran Bretagna col ministro degli esteri, Jeremy Huntn alla ricerca disperata di sostegni exit.

‘Vicinanze utili’

Nessun vertice contro l’Iran, prova adesso a dire Trump, che abbassa toni e cambia obiettivi. Incasso almeno elettorale per il premier israeliano Netanyahu, che avrà l’occasione di sedere accanto ai ministri degli esteri di diversi paesi arabi e di insistere a compattare il fronte arabo-israeliano contro l’Iran che sino ad oggi ha agito dietro le quinte. Netanyahu il solo chiaramente all’incasso, e ignoto cosa la conferenza abbia in serbo per i palestinesi, vedi le invenzioni miracolose alla Kushner, il genero consigliere di Trump.
Altro questito strategico, l’Alleanza del Medio Oriente (MESA), la Nato araba con l’appoggio militare esterno di Israele, teorizzata da Mike Pompeo? Proposte decisamente audace anche per gli spregiudicati eredi sauditi.

Nato arabo-israeliana

‘Arabia Saudita ed Emirati che da tempo vedono Israele come un alleato contro l’Iran’ (sempre Michele Giorgio). Ma c’è anche l’Egitto, che sulla creazione della Nato araba + Israele proprio non ci sente. Problemi per molti Paesi arabi quando Netanyahu e il suo governo stanno affondando la soluzione dei Due Stati, Israele-Palestina. Niente Nato araba anti-Tehran e alleata di Israele, per la campagna elettorale di Netanyhau, ma comunque il bell’incasso di un rapporto ormai alla luce del sole con Riyadh e Abu Dhabi.
A Varsavia saranno rivelate parti del “piano di pace” Usa per Israele e palestinesi, il cosiddetto “Accordo del secolo” nella modestia tipica trumpiana. Il piano sarà reso noto ufficialmente dopo le elezioni israeliane del 9 aprile ma il genero e inviato per il Medio oriente di Trump, Jared Kushner, in Polonia darà alcune anticipazioni con regalini agli amici del suocero.

Potrebbe piacerti anche