Privacy Policy
venerdì 18 Ottobre 2019

Londonderry, Irlanda del Nord, bomba di memorie terribili

Sabato sera una autobomba è esplosa all’esterno del tribunale di Londonderry. ‘Un ordigno fatto per uccidere’, dice la polizia.
-Derry è vicina al confine con la Repubblica d’Irlanda ed è la città in cui nel 1972, durante la guerra civile, ci fu il “Bloody Sunday”, una strage compiuta dall’esercito britannico durante una manifestazione per i diritti civili.

Londonderry, Irlanda del nord
bomba di memorie terribili

Sabato sera poco dopo le 20, nel cuore di Derry, Bishop Street, vicino al tribunale. L’auto bomba cercava la strage, o almeno la minacciava, con la sua carica di esplosivo, luogo e orario. Forse una telefonata alla polizia ha volutamente evitato la tragedia, ma il segnale è pessimo. Dalle ultime notizie, due uomini sarebbero stati arrestati ma mancano conferme sul loro reale coinvolgimento. Resta la paura di un ritorno alla scontro armato. E a Londonderry è memoria di sangue.

L’epoca dei Troubles

Londonderry teatro di numerosi e sanguinosi scontri all’epoca dei ‘Troubles’, il conflitto politico sociale tra separatisti irlandesi e unionisti britannici che segnò il Paese negli anni ’70. Derry è la città in cui nel 1972, durante la guerra civile, ci fu la cosiddetta “Bloody Sunday”, una strage compiuta dall’esercito britannico durante una manifestazione per i diritti civili. Non è la prima volta che si verificano violenze in Irlanda del Nord dopo la firma degli accordi di pace di vent’anni fa.

Cattolici separatisti, protestanti unionisti

La tensione è alimentata da gruppi di irriducibili da entrambe le parti. I cattolici indipendentisti che vogliono l’unificazione con l’Irlanda, e i protestanti fedeli alla monarchia britannica. Tensione sino a ieri rimasta ‘a bassa intensità’, pur non essendo mancati, rileva Franceschini da Londra su Repubblica, anche fatti di sangue. Ma un’autobomba è altra cosa. L’attentato viene attribuito alla “nuova Ira”, una fazione repubblicana dissidente che non ha mai accettato gli accordi di pace del 1998.

Brexit a peggiorare le cose

Tutte le forze politiche nord-irlandesi, compreso lo Sinn Fein, il partito indipendentista che era il braccio politico dell’Ira durante i trent’anni di guerra civile, a condannare l’episodio. Ma l’azione è un tonante campanello d’allarme su ciò che potrebbe accadere in Irlanda del Nord con la Brexit se tornerà un confine con la repubblica d’Irlanda. Come mantenere aperta la frontiera fra le parti in cui è divisa l’isola è il problema più controverso dell’uscita concordata a meno dall’Unione europea.

 

LA DOMENICA DI SANGUE

C’ERA UNA VOLTA Altra domenica di sangue ½ secolo fa a Derry-Irlanda