Privacy Policy
martedì 15 Ottobre 2019

Missili Patriot Usa spostati dal MO, cattivo Iran ma peggio Russia Cina

Il Pentagono rimuoverà in ottobre quattro sistemi anti missili Patriot dal Medio Oriente: due dal Kuwait, uno dalla Giordania e dal Bahrain. Lo scrive il Wall Street Journal citando fonti militari Usa.
-Nuova attenzione del Pentagono alle minacce provenienti dalla Russia e dalla Cina rispetto ai conflitti di lungo corso in Medio Oriente e Afghanistan.

Wall Street Journal dixit
Testate Usa anti Iran ritirate
Gli Usa temono più Russia-Cina

Missili Patriot Usa spostati dal MO
Agenzia ANSA, da Washington, 27 settembre – «Il Pentagono rimuoverà in ottobre quattro sistemi anti missili Patriot dal Medio Oriente: due dal Kuwait, uno dalla Giordania e dal Bahrain. Lo scrive il Wall Street Journal citando fonti militari Usa.
La mossa lascerà gli alleati con meno strumenti di difesa, proprio mentre la Casa Bianca alza i toni contro le minacce dell’Iran, anche se secondo alcuni esperti questi Paesi sono ormai attrezzati a contrastarle.
La decisione, secondo il Wsj, è anche uno segni più tangibili della nuova attenzione del Pentagono alle minacce provenienti dalla Russia e dalla Cina rispetto ai conflitti di lungo in corso in Medio Oriente e Afghanistan».

L’originale

By Gordon Lubold
WASHINGTON—The Pentagon is removing some U.S. missile systems from the Middle East in October, U.S. military officials said, a move that will leave American allies with fewer defenses as the White House ramps up its rhetoric against what it says are threats posed by Iran.

Racconta Gordon Lobold

Il Pentagono -ci racconta Lubold- sta rimuovendo alcuni sistemi missilistici statunitensi dal Medio Oriente ad ottobre, una mossa che lascerà gli alleati americani con meno difese mentre la Casa Bianca aumenta la sua retorica contro quelle che si dice siano le minacce dall’Iran.
Dettagli: quattro batterie di missili Patriot fuori dalla Giordania, dal Kuwait e dal Bahrein per un riallineamento di forze, la nuova attenzione del Pentagono sulle minacce provenienti dalla Russia e dalla Cina e lontano dai conflitti a lungo in corso in Medio Oriente e Afghanistan.

Ma Iran e Siria?

Il Dipartimento di Stato aveva pubblicato martedì un rapporto di ben 48 pagine sulle minacce poste dall’Iran, compresi i suoi programmi missilistici. Il rapporto afferma che l’Iran mantiene “una scorta di centinaia di missili che minacciano i suoi vicini nella regione”. Frottole quelle minacce iraniane, o altri segreti ben nascosti? Via i Patriot antierei da dove e per cosa?
Il Bahrain ospita una grande base navale e la Quinta Flotta del Pentagono, che conduce operazioni nel Golfo Persico e nel Medio Oriente. Migliaia di militari americani hanno base in Kuwait e forze speciali e altre forze operano in Giordania.

Il Cattivo utile

L’ordine dal segretario alla difesa Mattis, al Pentagono dall’anno scorso: ridurre il numero di forze e capacità in il Medio Oriente e l’Asia del Sud in modo che possano essere riallineati per contrastare i concorrenti globali della Russia e in particolare della Cina. In più, che che minaccino Trump e Boldt all’assembea Onu, i sistemi Patriot nel Golfo potrebbero non servire più allo scopo che avevano una volta, ammette Anthony Cordesman, del Center for Strategic e International Studies. L’Iran supercattivo utile, in realtà manca della capacità missilistica necessaria per attacchi di precisione. E l’Iran ora non può competere con gli alleati degli Stati Uniti nella regione del Golfo, che hanno forze aeree superiori.

Patriot sì Patriot no

Potrebbe piacerti anche