lunedì 16 luglio 2018

Il missile invulnerabile russo vola, messaggio alla Nato

Mosca annuncia: testato con successo missile ipersonico ‘invulnerabile’.
– Il missile «Kinzhal» («Daga» in russo), che ha una gittata di oltre 2.000 chilometri ed è dieci volte più veloce del suono, ha colpito un bersaglio in un poligono militare.
– La stampa occidentale diffonde la notizia del missile ipersonico navale russo 3M22 Tsirkon

Il Kinzhal detto Daga

La Russia ha testato con successo il lancio del missile ipersonico «Kinzhal», il missile considerato invulnerabile perché in grado di aggirare lo scudo missilistico degli Stati Uniti e lo schieramento Nato recentemente avanzato sui confini russi.
«L’equipaggio di un cacciabombardiere da combattimento MiG-31 ha condotto un test di lancio di un missile di precisione ipersonico Kinzhal», ha reso noto il ministero della Difesa russo.
Il missile «Kinzhal» («Daga» in russo), che ha una gittata di oltre 2.000 chilometri ed è dieci volte più veloce del suono, ha colpito un bersaglio in un poligono militare. Il missile ipersonico viene lanciato in aria da un caccia.
https://www.facebook.com/it.sputnik/videos/1758404604212328/

Il test dopo l’annuncio di Putin

Nell’ultimo discorso sullo stato della nazione davanti alle Camere riunite dell’Assemblea federale Putin aveva annunciato al mondo e alla Nato il nuovo supermissile d crociera con sistema di propulsione nucleare, una gittata illimitata e una traiettoria di volo imprevedibile. Invulnerabile ai sistemi antiaerei, compreso lo scudo Usa, l’obiettivo strategico militare citato dalla dallo stesso Putin. Allora, gli scetticismi politici da parte di Washington, e quelli tecnico militari dal Pentagono. Oggi la controprova, stando a quanto dichiarato da Mosca.
E quello che un tempo sarebbe stato segreto militare da proteggere a tutti i costi, viene esibito propagandisticamente, come arma preventiva. Sperando che tale rimanga.

Esibizione di forza e allarmismi utili

Lettura dal fronte opposto. Recentemente sui media occidentali è stata invece diffusa la notizia di un missile ipersonico navale 3M22 “Tsirkon”, che a breve sarà a disposizione delle forze navali russe.
La presenza di queste armi rende senza senso l’esistenza dei sistemi di protezione delle navi, riducendo notevolmente l’efficienza dei gruppi d’attacco guidati dalle portaerei, che rappresentano ancora oggi l’unità di combattimento principale e sono il segno distintivo della potenza della Marina degli Stati Uniti nel mondo.
L’esistenza dei classici sistemi d’artiglieria e sistemi di difesa aerea navali generalmente non avrà più senso, dal momento che la nuova velocità missile è tale che, come dicono gli esperti, è al di fuori delle capacità operative. In questo contesto, secondo il giornale, il sistema di difesa missilistica degli Stati Uniti diventa obsoleto. Allarme reale o sollecitazione per nuovi armamenti?

Potrebbe piacerti anche