martedì 25 giugno 2019

Ricordate la ‘Nave Nera’ anti Ong? Diventa nave fantasma

C-Star, da Nave Nera a nave fantasma, l’equipaggio soccorso dalla Croce rossa catalana. La nave di ‘Generazione identitaria’ e di ‘Defendeuropa’, movimenti di destra anti migranti che ha fatto parlare di sé per tutta l’estate.
Otto marinai dello Sri Lanka abbandonati senza cibo e acqua di fronte al porto di Barcellona.

La C-Star, la nave dei giovani di ‘Generazione identitaria’ e di ‘Defendeuropa’, movimenti di destra anti migranti che ha fatto parlare di sé per tutta l’estate, ricorda Marta Serafini sul Corriere. Arrembaggi, naufragi, accuse di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e via polemizzando con applausi organizzati e molto sospetti. Per oltre un mese la Nave Nera aveva incrociato di fronte alle acque territoriali libiche nel tentativo di bloccare i soccorsi delle ong. Finita la ‘campagna promozionale’, lo sbarco a sua volta identitario.

Fino a due giorni fa quando l’International Transport Workers’ Federation -il sindacato dei marinai, spiega sempre Serafini- ha denunciato l’armatore della nave per aver abbandonato al loro destino gli otto componenti dell’equipaggio, tutti provenienti dallo Sri Lanka. Clandestini anche loro e ‘Generazione identitaria’ distratta. Per fortuna era attento il giornalista Andrea Palladino di Famiglia Cristiana, che ha portato alla luce i retroscena sui finanziamenti alla missione di C-Star. Finanziata quanto bastava per la crociera estiva, poi ‘abbandonare la nave’

A soccorre l’equipaggio è stata in questi giorni la Croce Rossa catalana, che ha portato a bordo acqua e viveri. Secondo il giornale spagnolo «El Periodico», la C-Star si trova all’ancora a cinque miglia dal porto di Barcellona, dove non può entrare perché l’armatore non ha pagato la tassa per attraccare. «Ora la C star si trova in uno stato di abbandono – scrive in un comunicato stampa la Croce rossa – senza combustibile e con gli strumenti di navigazione in avaria, in attesa che l’armatore si faccia carico del pagamento del combustibile sollecitato».

La C-Star , un 40 metri costruito nel 1975 e battente bandiera mongola, era stata noleggiata dalla società inglese Maritime Global Services Ltd di Cardiff alla organizzazione di estrema destra “Generazione Identitaria” per la missione anti migranti nel Mediterraneo. A Cipro in luglio la nave era stata sequestrata e il comandante fermato con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Una parte dell’equipaggio aveva dovuto pagare per salire a bordo. Per ottenere un attestato di frequenza dissero allora gli attivisti di Generazione Identitaria.

Potrebbe piacerti anche