lunedì 23 ottobre 2017

La strana famiglia Netanyahu, col figlio quasi nazi

Il post antisemita del figlio di Netanyahu: «Mondo è in mano a Soros e ai ‘rettiliani’». Yair, figlio del premier israeliano Benjamin e di religione ebraica, pubblica su Facebook un’immagine della propaganda complottista e antisemita di estrema destra. Persino David Duke del Ku Klux Klan americano lo rilancia su Twitter. Accade dopo l’incriminazione per peculato della moglie e madre Sarah. Sdegno in Israele

«Soros e i rettiliani governano il mondo»

Lo sostiene e disegna in un post che sta girando il mondo Yair, figlio di Sarah e Benjamin Netanyahu, attuale premier di Israele. Chi sia Soros lo sappiamo tutti: il miliardario Usa di origini ebraiche. Sui ‘rettiliani’ abbiamo dovuto consultare internet: sarebbero creature aliene con la passione per i complotti segreti.
Un post apertamente antisemita. Retorica razzista e complottista cara ai gruppi di estrema destra e populisti sparsa sul web di cui Yair Netanyahu, di religione ebraica e figlio di cotanto lignaggio ammette di condividere.
Simpatie neo nazi di Yair (contraddizione assurda per un ebreo) del resto note. In passato ha dichiarato, per esempio, che «la sinistra è più pericolosa dei neonazisti». Peggio è che le sue idee di destra radicale non sono una novità ma, sempre secondo Haaretz, noto e serio quotidiano israeliano starebbero guadagnando sempre più ascolto e peso nei rapporti col padre, che ne sarebbe influenzato. Tanto che Benjamin e Sara tratterebbero il figlio come il futuro primo ministro di Israele. Speriamo che Haaretz esageri.

Soros e rettiliani
Yair, che con i suoi 26 anni è decisamente adulto, ha postato su Facebook una immagine, una articolata vignetta intitolata «La catena del cibo», in cui il miliardario e filantropo George Soros, ebreo come i Netanyahu e spesso bersaglio di complottisti ed estrema destra antisemita mondiale, orchestra come burattini. In sequenza: i rettiliani, creature aliene inflitrate tra gli umani e governerebbero il mondo; poi un mercante avido, massonico e dal naso adunco (altro chiodo fisso della propaganda contro gli ebrei) con il simbolo degli “illuminati”, Ehud Barak (ex premier e ministro della Difesa israeliano), Eldad Yaniv (oppositore di Netanyahu) e ultimo Meni Naftali, ex supervisore della tenuta ufficiale dei Netanyahu che avrebbe denunciato le malversazioni della first lady Sarah, moglie e madre.

La destra che piace ai Natanyahu
Va detto che non è solo Yair ad avere scarse simpatie per Soros. Il premier israeliano e papà Benjamin ha accusato Soros di “destabilizzare Israele e il governo” a causa dei suoi finanziamenti ad alcune associazioni e ong internazionali, tra cui Human Rights Watch e Amnesty International, dimostrato anche -sostiene il miliardario Usa- dal suo recente incontro a Budapest con il controverso primo ministro ungherese Orban, più volte accusato di eccessiva vicinanza a personaggi antisemiti. Va anche detto che da tempo Orban ha lanciato un’offensiva contro Soros e la sua università nella capitale ungherese, ricevendo critiche e suscitando sdegno nel mondo.

Yair che piace a destra
Il post di Yair – che sembra esser stato inizialmente diffuso da alcuni account di estrema destra secondo Haaretz – e l’articolo dello stesso quotidiano israeliano sulla faccenda hanno catturato l’attenzione anche di David Duke, leader dell’estrema destra americana già a capo del Ku Klux Klan, che ha twittato subito la storia, mostrando apparente sostegno alla tesi del figlio di Netanyahu.
Per Yair Netanyahu sono i giornalisti di Haaretz “i veri antisemiti”. L’ex premier Barak, ritrovatosi anche lui nella propaganda complottista del figlio di Netanyahu, ha detto che Yair “farebbe bene ad andare da uno psichiatra”.

Potrebbe piacerti anche