Privacy Policy
martedì 19 20 Novembre19

Israele, Netanyahu & family, verso l’epilogo

I media israeliani: la moglie del premier sarà incriminata per spese illegali da 110 mila dollari entro poche settimane. Sara Netanyahu, nel mirino della magistratura per la sua vita privata «sopra le righe». Sempre più incerta la stessa tenuta politica del discusso premier a suo volta colpito da sospertti di corruzione

Conto alla rovescia per il primo ministro conservatore israeliano Benjamin Netanyahu, ad iniziare dalla sua avida consorte, Sara. Il cerchio investigativo si sta stringendo sempre di più attorno all’uomo politico che da più di vent’anni gestisce potere, assieme -questo è l’accusa- a ricchezza per sé e la propria famiglia, cugini e cognati arruolati nella mission.
Il quotidiano Haaretz riporta che il procuratore generale Avichai Mendelbit avrebbe deciso di incriminare intanto Sara, accusata di aver ricevuto ‘cose e benefici del valore di 400 mila shekel, circa 110 mila dollari o 90 mila euro.

Anche se Sara Netanyahu non ha ufficialmente ruoli pubblici, il procuratore generale ha deciso di occuparsi del caso, per le sue implicazioni politiche. Ma sospetti di corruzione pesano anche sullo stesso premier, leader dell’ultra destra religiosa definita da molti nel sua Paese, fascista, ed oggi in fortissimo calo di consensi, con i sondaggi che danno il 67 per cento della popolazione favorevole alle sue dimissioni.
Da settimane sulla stampa israeliana campeggia in prima pagina la notizia secondo cui ‘Bibi’ è sospettato dalla polizia di aver intascato tangenti di varia natura. “Il trono traballa” scriveva ad agosto il quotidiano Yediot Ahronoth.

Almeno tre le indagini nei confronti di Netanyahu. Dalle casse di champagne e sigari ottenute in dono alle ben più gravi interferenze sulla stampa. La terza è la più grave perché riguarda una presunta enorme tangente che sarebbe stata ottenuta da Bibi con l’acquisto di sottomarini tedeschi grazie all’intermediazione di un cugino. Ora occhi puntati sulla First lady Sara, rischio l’inizio della frane per ‘intera famiglia Netanyhau. A sorpresa, annunciano le agenzie di stampa, Sara si è sottoposta ad un test privato della macchina della verità. I media che citano il ‘Tal Polygraph Center’. Nessun valore probatorio e giuridico, ma difesa estrema. Verso il gran finale, la previsione diffusa in Israele.

Potrebbe piacerti anche