• 28 Febbraio 2020

Riforma sanitaria anti Obama, inciampo di Trump

Un inciampo tira l’altro, e il caratteraccio dell’ormai svezzato presidente, non aiuta i rapporti politico neppure in casa repubblicana. Più che un obiettivo politico una autentica e personale fissazione del leader: cancellare la riforma sanitaria voluta da Obama, la ‘Obamacare’ che aveva esteso la copertura del sistema di cure a 32 milioni di cittadini. Anche se in alternativa, c’è solo il vuoto.
Un nuovo nulla di fatto sul fronte della sanità per il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Altri due senatori repubblicani hanno dichiarato la loro opposizione al nuovo testo proposto al Senato nel tentativo di revocare Obamacare. Con soli 52 senatori repubblicani su 100, il tentativo di controriforma non ha possibilità di proseguire.

Il leader della maggioranza repubblicana al Senato, Mitch McConnell, ha riconosciuto di non avere i voti per l’approvazione del testo sulla Sanità. Al suo posto – ha affermato – il Senato può votare una piena revoca dell’Obamacare prevedendo però due anni di tempo prima che il provvedimento entri in vigore, consentendo nel frattempo di creare un nuovo sistema -forse- ha spiegato Nbc.
Per l’Associated Press, si tratterebbe di recuperare un testo meno articolato puntando semplicemente a revocare Obamacare che i repubblicani avevano approvato quanto il presidente Barack Obama era ancora in carica, nella consapevolezza che lui avrebbe posto il veto.
Una strada che prevede comunque molte incognite.

Una brutta sconfitta per il presidente americano, la seconda sul ‘Trumpcare’ che già nei mesi scorsi aveva dovuto essere rivisto nel testo sempre per il mancato sostegno del partito. «Piuttosto che ripetere lo stesso fallimentare processo di parte – ha teso la mano il leader della minoranza, Chuck Schumer – i Repubblicani dovrebbero ricominciare da zero e lavorare con i Democratici su un provvedimento che faccia scendere i premi, fornisca stabilità nel lungo periodo al mercato e migliori il sistema sanitario».
Non è d’accordo il duro Trump che su Twitter scrive: «I Repubblicani dovrebbero solo abrogare il fallimentare Obamacare adesso e lavorare a un nuovo piano per la sanità ricominciando da zero, i Democratici seguiranno!». Improbabile, ma è lotta dura con tanta paura.

Remocontro

Remocontro

Read Previous

Fiat Serbia, torna lo sciopero duro mentre i Balcani bruciano

Read Next

Nave ‘nera’ contro Ong e migranti