venerdì 19 luglio 2019

Fosse comuni nella Aleppo est dei ribelli

I militari russi impegnati in Siria hanno trovato fosse comuni ad Aleppo est, nella parte della città fino a pochi giorni fa in mano alle forze dei ribelli anti-Assad. La notizia è stata data dal ministero della Difesa russo che ha anche aggiunto come sui cadaveri scoperti siano stati trovati evidenti segni di tortura e mutilazioni.

«Abbiamo trovato fosse comuni con decine di corpi di persone che avevano subito torture e mutilazioni», ha detto Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, segnalando che probabilmente si tratta soltanto dei primi tragici rinvenimenti di questo tipo. «È stata una scoperta scioccante – ha sottolineato Konashenkov – nelle fosse ci sono parti di corpi umani e quelli rinvenuti integri portano i segni di esecuzione con un colpo alla testa».

34 mila evacuati, per la Croce rossa
«I risultati dei primi controlli nei quartieri di Aleppo abbandonati dalla cosiddetta opposizione impressioneranno molti», ha detto ancora Konashenkov, che ha segnalato l’impegno di specialisti russi nello sminamento della città e nella neutralizzazione dei depositi di munizioni e armi lasciati dai ribelli. Prima di consentire agli abitanti di vivere in sicurezza ad Aleppo est si dovranno eliminare completamente mine e trappole bomba lasciate nascoste dagli jihadisti, anche in auto e giocattoli. Prima di Natale l’esplosione di un deposito d’armi aveva provocato vittime.

Attentato ad Al Bab e la battaglia di Raqqa
Trenta persone sono rimaste uccise in un attentato dell’Isis ad Al Bab, il distretto a est di Aleppo ancora in mano ai jihadisti. Lo ha riferito l’esercito turco. Intensi combattimenti sono in corso a nord e ad ovest di Raqqa, la “capitale” dell’Isis in Siria, in coincidenza con un’avanzata delle “Forze democratiche siriane”, a predominanza curda, sostenute dagli Stati Uniti. Fonti vicine ai ribelli ‘moderati’ riferiscono che il 6 novembre scorso le forze curde hanno cominciato un’offensiva e sono arrivati alla località di Tal Samn, 27 chilometri a nord di Raqqa.

Potrebbe piacerti anche