domenica 24 marzo 2019

Coste italiane divorate dal cemento 8 km l’anno

Il 51% dei litorali italiani è stato trasformato da cemento, palazzi, alberghi e ville negli ultimi decenni, al ritmo di 8 chilometri all’anno, 25 metri al giorno. E un terzo delle spiagge combatte contro l’erosione costiera, attualmente in espansione. Il consumo di suolo per espansione urbana e industriale è la più importante minaccia su scala globale, europea e italiana. Nuovo report di Legambiente.

La fotografia di oltre 7 mila chilometri di coste del nostro Paese scattata dal nuovo rapporto ‘Ambiente Italia’ 2016 di Legambiente. Il 51% dei litorali italiani è stato trasformato da cemento, palazzi, alberghi e ville negli ultimi decenni, al ritmo di 8 chilometri all’anno, 25 metri al giorno. Senza contare che un terzo delle spiagge combatte contro l’erosione costiera, attualmente in espansione.

I mali del nostro mare, sono soprattutto ”cemento, erosione costiera, mala depurazione e beach litter” (rifiuti marini, plastiche galleggianti), a cui si aggiungono gli impatti dei cambiamenti climatici che rendono ancora ”più fragili le coste”. Recenti dati parlano di oltre 14 mila reati ai danni del mare e della costa italiana: 40 al giorno, 2 ogni chilometro.

I principali crimini contro l’ambiente e la natura: l’habitat marino colpito dall’inquinamento, e con il 25% degli scarichi cittadini ancora non depurati (con punte del 40% in alcune località) e ben 1.022 aree in procedura di infrazione europea, mentre soltanto il 19% della costa -1.235 km- è sottoposta a vincoli di tutela. Amministrazioni locali o complici o inconsistenti.

L’analisi di Legambiente, tra consumo di suolo ed erosione, prende in considerazione 6.500 chilometri di costa, da Ventimiglia a Trieste e delle due isole maggiori. Di questi, 3.300 chilometri sono stati trasformati in modo irreversibile. 720 km sono occupati da industrie, porti e infrastrutture, 920 colonizzati da centri urbani, e su 1.700 chilometri -il 25% della costa- ci sono ville e villette.

Potrebbe piacerti anche