domenica 18 Agosto 2019

Brexit, allarmismo mediatico e scemenze

Massimo Nava, nelle sue brevi ‘spigolature’ non gira attorno al problema e parla di «cazzeggio mediatico allarmistico sulla catastrofe». Salvo i miliardi bruciati in pochi giorni, «Capitale che non si trova per fare asili, scuole, ospedali, centri di accoglienza, nuove imprese, infrastrutture».

#Brexit continua il cazzeggio mediatico allarmistico sulla catastrofe. Gli inglesi, dai tempi della Thatcher non sono mai stati veramente europei, hanno sempre negoziato condizioni vantaggiose per loro e volevano negoziare ancora.
Intanto si son tenuti la sterlina e hanno riempito Londra di capitali europei, come una piazza off shore.
Adesso tanto peggio per loro. L’Europa ha la grande opportunità di mettere fine all’equivoco, di rilanciare investimenti e obiettivi, di rafforzare e integrare le proprie istituzioni.

#Brexit può anche essere un monito per tutti, cittadini miopi e leader improvvisati e dilettanti : non si scherza con la democrazia e la volontà popolare, ma nemmeno si può scherzare con i trattati, con la volontá e gli interessi dei Paesi membri, con le inquietudini dei mercati.

La #Brexit ha bruciato in pochi giorni qualche centinaia di miliardi, tanto capitale che non si trova per fare asili, scuole, ospedali, centri di accoglienza, nuove imprese, infrastrutture. Per fare insomma un’Europa migliore in cui é assolutamente meglio vivere.

Potrebbe piacerti anche