Privacy Policy Tour de France degli scioperi anti Jobs Act -
domenica 8 Dicembre 2019

Tour de France degli scioperi anti Jobs Act

Loi Travail, tra governo e Cgt è guerra di logoramento. Scatta un tour di scioperi: dopo studenti e raffinerie, 6 bloccate su 8, da ieri in lotta i ferrovieri, oggi i trasporti pubblici parigini, poi «avviso» di controllori di volo e piloti. Un filo rosso di scioperi unisce la Francia al Belgio, con importanti sigle sindacali sul piede di guerra, rispettivamente, contro il Jobs Act francese e i tagli promossi dal governo belga.

La Francia in bicicletta. Tra qualche giorno parte il Tour ma intanto si ferma il resto del Paese. Dopo studenti e raffinerie, 6 bloccate su 8, in lotta i ferrovieri, poi trasporti pubblici parigini, e «avviso» di controllori di volo e piloti. Un filo rosso di scioperi unisce la Francia al Belgio, con importanti sigle sindacali sul piede di guerra, rispettivamente, contro il Jobs Act francese e i tagli promossi dal governo belga.

Ma non solo ciclismo. Quando mancano una decina di giorni all’avvio degli Europei di calcio 2016, dal 10 giugno al 10 luglio, il governo si trova dunque ad affrontare un movimento durissimo sul fronte dei trasporti, ulteriormente alimentato dall’opposizione alla legge El Khomri. Intanto le varie sigle sindacali (Cgt, Fo, Solidaires, Fsu, Unef, Fidl, Unl) si preparano alla grande giornata di protesta e manifestazioni del 14 giugno.

Hollande assicura: “Non ritireremo la riforma del lavoro”. Ma il governo apre a modifiche per scongiurare scioperi durante gli Europei. Flessibilità e concessioni sulle richieste specifiche delle categorie. Anche su questo piano, il dialogo con la Cgt sembra però più difficile, dal momento che il sindacato chiede, per i ferrovieri, un ulteriore taglio da 35 ore settimanali a 32 dell’orario di lavoro. Richiesta che il governo ha dichiarato irricevibile.

Intanto il governo cede su ricerca e scuola. Per evitare scontri più ampi, ha tolto i tagli al finanziamento alla ricerca. E Hollande ha anche annunciato un ammorbidimento dei tagli nel finanziamento statale per le autorità locali, quando si rivolgerà al congresso dei sindaci di questa settimana. Inoltre, oggi, il governo ha annunciato un aumento di stipendio per gli insegnanti di 1,12 miliardi entro il 2019.

Protesta sindacale dura anche in Belgio. Un imponente sciopero generale del pubblico impiego sta bloccando il Belgio. Treni e bus bloccati in Vallonia e a Bruxelles, disagi negli aeroporti, nelle scuole e in tutti i servizi pubblici. La Cgsp, il massimo sindacato belga ha appena presentato un preavviso di sciopero a oltranza di altri tre giorni, da domani a venerdì. Una settimana intera di mobilitazione non si vedeva dal 1986.

Tornando alla Francia, lo sciopero delle ferrovie e altre proteste nel settore dei trasporti previste per questa settimana hanno aumentato il rischio di disagi in occasione dell’apertura degli Europei di Francia dal 10 giugno al 10 luglio, quando sono attesi circa 2,5 milioni di tifosi negli stadi. Sugli Europei pesa anche l’allerta terrorismo lanciata dal Dipartimento di Stato Usa.

Potrebbe piacerti anche