Privacy Policy
venerdì 20 Settembre 2019

The Family Day after
e i 2 milioni fantasma

Lasciamo perdere i contenuti inconciliabili. Le speranze dei diritti per le nuove famiglie e i diritti negati da altri. Litighiamo sui numeri. Erano tanti, tantissimi. Ma molti meno dei 2 milioni vantati dagli organizzatori. Tra Circo Massimo e strade limitrofe ci stanno non più 300 mila persone

Moltiplicazione dei pani e dei pesci

Con tutte le occasioni di rissa sui contenuti veri, che bisogno c’era di inventarsi la bufala dei 2 milioni in piazza?

Sembra essere tornati alle piazze del dopo ’68, quando il sindacato moltiplicava per due e la questura divideva per quattro.

Uno potrebbe litigare con quei nuovi e vecchi crociati che gridavano il loro «no» alla libertà degli altri. Loro che dicevano di possedere nientepopodimenoche «la verità che non ci lascia mai!».

Lo ha gridato dal palco uno degli organizzatori del raduno. Un privilegio da paura!

Con lui sarebbe giusto litigare. O con quelli che esibivano le bandiere dell’Aquila nera con un cuore rosso crociato di ‘Alleanza cattolica’, e il grande striscione «Padre, madre, figlio, popolo, nazione».

A me quelle persone -confesso- fanno paura.

 

circomassimo-veduta aerea fb

 

Polemica soft

Ma invece no, sarà perché è domenica, ma oggi si litiga ‘soft’.

Titoli e lunghi pezzi sulla “bufala” dei due milioni al Family Day.

Anche noi le ‘verità rivelate’?

No, semplicemente che tra Circo Massimo e strade limitrofe ci stanno non più 300 mila persone, salvo metterle a cavalcioni l’una sull’altra.

 

 

 

Il geometra questurino

Il Circo Massimo è lungo 621 metri e largo 118, con una superficie di circa 73.300 mila metri quadrati. Calcolo per eccesso: bisognerebbe sottrarre il palco e i corridoi di sicurezza.

Ma noi siamo generosi.

La regola da questura dice di calcolare tre persone a metro quadro. In una situazione di particolare ressa, ce ne possono stare anche quattro.

E ri-generosamente ne contiamo 4 (che non c’erano).

Se poi la gente sta seduta-come era ieri- massimo 2 per metro.

Ma noi vergognosamente generosi ne contiamo 4.

 

 

 

Variabile strade limitrofe

Le due strade che fiancheggiano il Circo Massimo sui lati lunghi, sono larghe circa 10 metri l’una e lunghe leggermente di più del Circo Massimo (calcoliamo 630 metri).

Ma attenzione: via dei Cerchi era chiusa ai manifestanti.

Quindi aggiungiamo solo i metri quadrati di via del Circo Massimo: 6.300.

Calcolato per eccesso una persona a metro quadro.

Prendiamo inoltre atto della testimonianza dei cronisti de La Stampa secondo cui le principali strade di afflusso all’area erano praticamente vuote.

 

circo massimo folla fb

 

Calcolo finale

73.300 metri quadrati del Circo Massimo x 4 persone schiacciate una sull’altra (e non lo erano), fanno ad esagerare 293.000 persone nel prato del Circo Massimo.

Seimila 300 persone su via del Circo Massimo e arriviamo, con la mancia della nostra generosità, ai 299 mila 500.

I calcoli che vi abbiamo proposto li abbiamo sottratti a La Stampa, giornale molto serio.

 

Per la cronaca, l’ingigantire i numeri non è soltanto peccato cattolico.

Nel 2003 la Cgil di Sergio Cofferati disse di aver portato al Circo Massimo tre milioni di persone.

 

 

Meglio i Rolling Stones nel giugno del 2014. Concerto a pagamento. Il prato era strapieno ed erano stati venduti 71mila biglietti. 230 mila a baffo?

 

 

Potrebbe piacerti anche