Privacy Policy
mercoledì 13 Novembre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Grillo solo spettacolo?
Il teatro della politica

Prove dello spettacolo di Grillo a Milano, “il ritorno al mondo dell’intrattenimento e della satira”. E la politica? Può esistere M5S senza Grillo e Grillo senza fedeli? Nella campagna pubblicitaria per lo spettacolo non viene mai citato M5S. Beppe Grillo con la politica si sarebbe impoverito. Bah

La notizia del giorno è questa: Beppe Grillo con la politica si è impoverito, sembra, e adesso pensa esclusivamente al suo spettacolo (la prima performance sarà a Milano). Così risponde picche a Casaleggio che lo invita a tornare a battere le piazze e a scatenarsi sul suo blog.

La campagna pubblicitaria per lo spettacolo di Grillo è singolare: non viene mai citato il M5S e il primo raduno M5S a Cesena, anni fa, ora viene presentato anonimamente come una “due giorni di musica e incontri”.

Dalle prove dello spettacolo di Grillo a Milano si capisce che dovrebbe sancire “il ritorno al mondo dell’intrattenimento e della satira”. Alessandro Di Battista e Luigi Di Maio sono oggi, sembra, i leader M5S preferiti da Casaleggio. Ma la presa di distanze di Grillo dal M5S è una notizia, e il Bastian si chiede: ma allora alla fine è sempre una questione di “danè”, o no

 

 

Cronache di ordinaria follia. Nel rione romano di Prati un “signore” butta dalla sua finestra nel giardino sottostante di tutto: piante, immondizia, bottiglie, barattoli, scatole di medicinali, buste di acqua e persino urina. Perché? Non si capisce. Il signor C.S., 55 anni, ha buttato l’urina anche quando sotto c’era una bambina di 3 anni. I condomini non l’hanno denunciato per paura di qualche ritorsione, dato che questo signore ha anche minacciato: “Vi faccio ammazzare tutti, vi faccio vedere cosa vi butto in testa quando passate”. Ancora più stupefacente che nessuno sembra abbia chiamato la polizia per paura.

 

 

Caos dei tassisti a Fiumicino, con aggressioni reciproche tra abusivi e regolari, e con le auto Ncc (noleggio con conducente) irregolari. Il tutto avviene mentre l’aeroporto romano riceve quotidianamente migliaia di turisti per il Giubileo. Il Bastian chiede: ma non c’è alcuna autorità in grado di intervenire?

 

 

Mafia a Ostia, sul lungomare romano. Al processo la pena più alta è stata chiesta per il “boss” Carmine Fasciani ( 27 anni e 9 mesi di reclusione per associazione mafiosa), e 15 anni per Vito e Vincenzo Triassi, capi del clan rivale. L’inchiesta era iniziata con una retata nel 2013 (le indagini erano partite nel luglio 2012).

Carmine Fasciani è accusato di aver favorito lo scempio della costa, l’installazione di centinaia di slot machine, il controllo del porto. Per la figlia Sabrina l’accusa ha chiesto una condanna a 25 anni. Il Bastian ora è curioso di vedere cosa dirà la sentenza.

Potrebbe piacerti anche