• 18 Febbraio 2020

Francia bersaglio Isis
record di export armi

Il 2015 è stato un anno record per l’export di armamenti francese che hanno raggiunto i 16 miliardi di euro, quasi il doppio degli 8,4 miliardi dell’anno precedente e oltre il triplo dei 4,8 miliardi del 2012. Risultati che portano la Francia in vetta alla classifica degli esportatori dietro agli Stati Uniti e alla Russia a livello mondiale, ma davanti a tutti gli altri Stati europei e alla Cina.

 

 

Molto hanno influito i successi di export conseguiti dal cacciabombardiere Rafale -24 venduti all’Egitto e altrettanti al Qatar, Paesi in guerra- e il massiccio export elicotteristico e navale nonostante l’inciampo delle due portaelicotteri Mistral destinate alla Russia, bloccate dall’embargo Ue per l’Ucraina e poi, a quanto pare, acquisite dall’Egitto con soldi sauditi.

 

 

In realtà operazione ancora incerta, e le due ‘Mistral’ non sono state calcolate nel bilancio dell’export francese che ha quasi eguagliato le commesse militari interne che sono davvero alte. Parigi valuta che l’export militare garantirà 40 mila nuovi posti di lavoro nei prossimi anni in un comparto industriale che con l’indotto impegna 4 mila aziende e 165 mila addetti.

Ennio Remondino

Ennio Remondino

giornalista, già corrispondente estero Rai e inviato di guerra

Read Previous

Cosa si nasconde dietro
la rissa Juncker Renzi?

Read Next

SPIGOLATURE 14
Le guasconate di Renzi
e la diplomazia a perdere