Privacy Policy
mercoledì 16 Ottobre 2019

Addio privacy e sicurezza
morte per terrorismo

Parigi non torna indietro, conferma di voler tenere chiuse le frontiere e costringe l’Unione Europea a fare altrettanto. Niente dichiarazioni ufficiali ma il trattato di Schengen è sospeso di fatto. Controlli ai valichi già attivi e prossimamente altro si farà. Cosa accade e cosa si prepara

Addio Schengen, addio Privacy, addio a pezzi di libertà personali. Tutto grazie al terrorismo folle di Isis.

 

I paesi dell’Unione europea sono pronti a maggiori controlli su chi viaggia all’interno dei confini europei e a regole più severe per il controllo delle armi, inoltre la Commissione pensa di rivedere le regole di Schengen. Lo hanno deciso i 28 ministri dell’interno dell’Unione europea a Bruxelles per discutere nuove misure di contrasto al terrorismo.

 

frontiere francia

 

Le decisioni

1) I cittadini europei che viaggiano all’interno dei confini dell’Unione saranno sottoposti a controlli più approfonditi che saranno condivisi dalle polizie europee grazie a un archivio comune dei dati di chi viaggia.

 

2) Per il momento ogni singolo stato attuerà queste misure straordinarie, ma entro la fine dell’anno la Commissione europea cambierà le regole di Schengen che ora permettono la libera circolazione delle persone nei 26 paesi che aderiscono agli accordi.

Tuttavia potrebbero volerci mesi per riformare le regole sulla libera circolazione delle persone.

La Francia, il Belgio e il Regno Unito hanno dichiarato che con la loro legislazione nazionale proveranno a superare i limiti imposti da Schengen.

 

 

3) Il commissario agli affari interni dell’Unione ha proposto la creazione di un’agenzia europea dell’intelligence che permetta un coordinamento più efficace del lavoro dei servizi segreti.

Ma alcuni paesi, la stessa Francia, non sono d’accordo con il commissario e sono riluttanti a condividere le informazioni riservate con gli altri paesi.

 

4) I paesi europei hanno deciso di rendere operativo entro un mese un sistema chiamato Pnr, la registrazione del nome del passeggeri con i dati personali dei passeggeri che s’imbarcano su aerei. Attraverso questo sistema le diverse compagnie e le polizie dei diversi paesi potranno condividere le informazioni sui passeggeri in tempo reale.

 

frontiere ita fb

 

L’Europa cerca di mettere a punto la strategia di prevenzione sui traffici illeciti, primo fra tutti quello delle armi.

 

5) Nel Sis, il sistema informativo di Schengen, saranno inseriti tutti gli esiti delle investigazioni e i dati relativi ai «foreign fighters», i cittadini che vanno a combattere oppure ad addestrarsi in Medio Oriente e poi rientrano in patria.

 

6) Per il traffico di armi e sul tema del controllo del commercio di armi da fuoco il Consiglio mobilita le sino ad oggi inefficaci Frontex ed Europol ad assistere gli Stati membri che confinano con i Balcani occidentali per maggiori controlli per individuare e bloccare il traffico illegale di armi.

 

Potrebbe piacerti anche