Privacy Policy BASTIAN CONTRARIO Lo stadio del Napoli e la politica a scrocco -
lunedì 20 Gennaio 2020

BASTIAN CONTRARIO
Lo stadio del Napoli
e la politica a scrocco

Oggi Bastian di rabbia mista, dai consiglieri comunali partenopei scrocconi allo stadio, alle RcAuto non fate, dai guai greci ai soldi presi da Varoufakis per la comparsata in Rai Da Fabio Fazio, da Roma a Milano tra dopo Marino e dopo Expo, le due partite più difficili da giocare

Il Comune di Napoli è proprietario dello stadio San Paolo, che avrebbe bisogno di una forte manutenzione straordinaria. La trattativa tra il Comune e Aurelio De Laurentis (proprietario della squadra di calcio) si è bloccata perché il Comune vuole conservare il privilegio di due biglietti gratuiti per ogni consigliere. Il sindaco di Napoli De Magistris ha invitato i consiglieri a non fare il bagarinaggio sottobanco con i biglietti omaggio. “Invitato”? si chiede il Bastian….

 

 

Napoli striscioni fb

 

In Germania e Gran Bretagna guidare l’auto senza averla assicurata è un reato penale. In Belgio, Polonia ed Estonia il controllo è assicurato dai database di tutti gli automobilisti. In Italia, patria dei furbetti, il 9% dei veicoli non è coperto dalla RcAuto.

 

Le quattro più grandi banche greche dovranno raccogliere nuovo capitale per un totale di 14,4 miliardi di euro dopo il risultato di una indagine approfondita della Banca centrale europea. Le quattro banche (che a fine giugno scorso avevano un attivo complessivo di 296 miliardi di euro e rappresentano il 90% del sistema creditizio greco) entro il 6 novembre dovrebbero presentare un piano per completare le operazioni sul capitale entro il 31 dicembre, quando entrerà in vigore la nuova normativa europea relativa al finanziamento del salvataggio.

Intanto l’ex ministro delle Finanze greco, Varoufakis, incassa dalla Rai un pacco di soldi per una comparsata in tv. Tsipras invece è nei guai, perché i fondi europei verranno erogati solo se il governo greco sarà in grado, entro il 15 novembre (fra un paio di settimane), di approvare una lunga lista di riforme urgenti, che comprendono pesanti aumenti di tasse, tagli alla sanità e riforma delle pensioni.

 

varoufakis-fazio-live fb

 

Da Roma a Milano il passo è lungo. A Roma l’infinita querelle dell’ex sindaco Marino, a Milano l’Expo che ha avuto 21,5 milioni di visitatori (con il boom in agosto e settembre), 40mila incontri business (istituzionali, commerciali e industriali) dei vari paesi con le istituzioni e le aziende italiane. Ora si tratta di verificare, nei prossimi mesi, se tutti i contatti creati si tradurranno in opportunità e commesse concrete per le aziende italiane. Il Bastian, sottovoce, si permette di ricordare che quella è la vera prova del fuoco.

Potrebbe piacerti anche