Privacy Policy
martedì 15 Ottobre 2019

Figuraccia Usa in Siria
tra ‘moderati’ venduti
e contractors truffatori

L’Amministrazione Obama ha deciso di mettere fine al programma da 500 milioni di dollari annui del Pentagono per addestrare i ribelli “moderati” siriani, ma c’è di peggio. Un affare occulto tipo Iran-Contras con contractors in odore di Cia e di truffa, partite di armi difettose e tanti dollari

Un figuraccia costosissima e una truffa bella e buona a danno degli Stati Uniti.

A dicembre il Presidente Obama aveva richiesto ed ottenuto dal Congresso 500 milioni di dollari per addestrare ed equipaggiare l’opposizione siriana per combattere l’ISIS. Otto mesi dopo, dei 3.000 previsti per il 2015, solo 54 ribelli erano stati addestrati e schierati sul campo.

 

Alla prima prova del fuoco, attaccati da Jabhat al-Nusra, 54 di quegli eroi per sbaglio, sono stati fatti prigionieri o sono entrati a farne parte della formazione jihadista. Secondo fonti militari americane, sarebbero solo 4 o 5 i guerriglieri che stanno combattendo in Siria, ‘dalla parte giusta’.

Mentre i 75 elementi del secondo gruppo di ‘moderati’, sono passati subito con al-Nusra portandole in ‘dote’ 6 camion di armi e munizioni fornite da Washington.

 

Le cause principali di questa debacle sono evidenti e note, ma stanno emergendo i retroscena di un affare occulto di corruzione e spionaggio stile Iran-Contras.

Ecco i punti chiave del thriller:

1) una partita di armi difettose;

2) un contratto multimilionario con un’ambigua società privata;

3) la misteriosa morte di un contractor americano in Bulgaria;

4) una triangolazione per l’acquisto di missili dalla Bielorussia.

 

Purple sito

 

Nel programma di addestramento ed equipaggiamento, è fortemente attiva la piccola e sconosciuta Purple Shovel LLC .

Nata nel 2010 come ‘Service-Disabled Veteran-Owned Small Business’, una delle società di piccole dimensioni avviate da reduci e/o invalidi per causa di servizio a cui vengono riconosciuti contributi statali, la Purple Shovel LLC si era specializzata in servizi logistici in ambienti ostili e di crisi umanitarie.

 

Il fondatore, Benjamin Worrell ha lavorato per il controspionaggio del’ US Army sino al 2001 per poi diventare un contractor del Governo. La società operava con appena sei dipendenti ed un giro d’affari annuo al di sotto dei 2 milioni di dollari: tipica realtà aziendale utilizzata da CIA e Pentagono per le loro operazioni coperte.

 

Purple Shovel si è aggiudicata due contratti dello U.S. Special Operation Command per supportare la ‘Combined Joint Interagency Task Force-Syria’ (CJIATF-S), incaricata dell’addestramento ed equipaggiamento dei siriani.

Il primo contratto, per 31milioni, riguardava l’addestramento e fornitura di equipaggiamento in generale. Ma è il secondo, da 28,3 milioni, per la fornitura di “armi di fabbricazione straniera e munizionamento”, il contratto su cui scatta la trama. Parliamo di granate, di lanciatori RPG anticarro, di mortai: tutti armamenti da guerriglia di fabbricazione ex sovietica.

 

E qui scatta la trama.

Cambio di scenario: Bulgaria 6 giugno 2015. In un poligono nei pressi di Anevo, un’esplosione uccide un contractor americano, Francis Norwillo e ferisce altri due. Norwillo non è un contractor qualunque. È un ex Navy Seal ed un esperto armiere che, congedato dalla Marina, era entrato nel mondo delle Private Military Companies, con un incarico per la Purple Shovel.

 

Com’è potuto accadere simile incidente ad un armiere tanto esperto?

Le granate ottenute dalla bulgara Algans Ltd, erano state prodotte nel 1984 ed ormai instabili e a rischio esplosione o malfunzionamenti. Infatti.

Problemi di mercato. Vista la proliferazione di guerre e l’ampio utilizzo di armamenti dell’ex Patto di Varsavia, le capacità produttive bulgare e di altri Paesi dell’Est erano al limite, e si ricorrfeva all’usato poco sicuro.

 

 

rpg guerra siria

 

Dopo l’incidente mortale dell’ex Navy Seal, entra in campo il bielorusso

, già fornitore di armi ad Assad. Paese off-limits per i commercianti d’armi statunitensi.

Ma al Pentagono decidono di chiudere un occhio concedendo a Purple Shovel la licenza necessaria ad acquistarvi 700 missili Konkurs, triangolati attraverso la Bulgaria.

 

Ed escono fuori dettagli a dir poco sorprendenti.

Gli Stati Uniti sono tra principali acquirenti di AK-47 ed altri armamenti russi da riversare in Iraq, Afghanistan ed altri conflitti perché preferiti alle armi occidentali perché economiche, versatili e resistenti.

 

Potrebbe piacerti anche