Privacy Policy
venerdì 20 Settembre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Il bambino denutrito di
genitori vegani insensati

Quando una scelta alimentare diventa ideologia settaria: un bimbo di 11 mesi stava morendo denutrito perché privato di vitamina B12 fondamentali per crescere contenuta in carne, pesce, formaggio e uova. Genitori vegani e irresponsabili. Poi le prepotenze solite della maestra Merkel

Un bambino di undici mesi viene ricoverato all’ospedale Meyer di Firenze, a fine giugno. Gravemente denutrito, non riusciva neppure a tenersi su, seduto. Rimane un mese in ospedale a buttar giù pappe, a imparare a mangiare. Perché non lo aveva mai fatto, ed è stata finora pericolosissima la carenza di vitamina B12, fondamentale per lo sviluppo cerebrale. I genitori sono vegani, quindi l’unica alimentazione a loro parere consentita per il bimbo era esclusivamente il latte materno.

Il piccolo, che ora ha poco più di un anno, mangia finalmente secondo una dieta mediterranea che comprende carne, pesce, formaggio e uova. Ora i medici dicono che le sue condizioni sono abbastanza buone. Il bimbo ha festeggiato il suo primo compleanno in ospedale. Il regalo più bello che può ricevere, per il Bastian, è che nessuno decida per lui una strada dettata da una inconsapevolezza più ignorante che innocente.

 

neonato

 

Sono dieci anni che il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi, dice che servono piccoli invasi a monte per arginare le esondazioni del fiume Ombrone. Nulla è stato fatto, e il disastro di giorni fa dimostra che invece, da dieci anni a questa parte, qualcosa poteva essere fatto. Ora la piena dell’Ombrone ha portato sulle spiagge centinaia di tronchi di grosso fusto e una serie infinita di rami. Il costo per rimediare a questo disastro, con tonnellate e tonnellate di detriti, è stato calcolato che avrà numeri ricchi di molti zeri. Il Bastian chiede: ma la Regione Toscana, di fronte all’allerta di Bonifazi, che faceva?

 

Merkel anti sito

 

Il Bastian sorvola sul sindaco di Roma, Ignazio Marino, che continua a rimanere in ferie nonostante quello che è successo e succede nella Capitale, a pochi mesi dal Giubileo. Ma il Bastian non può sorvolare sul fatto che la signora Merkel non ha ancora fatto marcia indietro su quella clamorosa stupidaggine dei giorni scorsi: l’Italia deve fare il censimento dei migranti che arrivano, scoprire da dove, incasellarli con registri e documenti in liste italiane. Trascura alcuni fatti evidenti: da dove arrivano i migranti? Dall’Africa.

Si ha notizia di barconi che attraversano il Mediterraneo diretti in Spagna o Francia? No. E allora che dice la signora Merkel (con a fianco il valletto Hollande): siccome arrivano in Italia dovete registrarli voi, poi si vedrà cosa succede se vogliono andare altrove. Faccia di tolla, si permette di dire il Bastian. Certo: senza rispetto. Un ultimo suggerimento del Bastian: molto interessante l’editoriale di Paolo Mieli su Corsera di oggi, dal titolo “Voluttà di sconfitta, la nuova sinistra di scuola ateniese”.

Potrebbe piacerti anche