Privacy Policy
lunedì 18 20 Novembre19

Sistemi informatici Usa in tilt, temuta la ‘cyber war’

Usa, il mistero del blocco dei sistemi informatici: vanno in tilt la compagnia aerea United, la borsa di Wall Street e il Wall Street Journal, interviene l’Fbi. Attacchi hacker consecutivi o semplici malfunzionamenti coincidenti? Indagine federale dell’FBI. Mentre monta anche una storia di spie

Diversi sistemi informatici di importanti aziende e istituzioni americane sono stati bloccati in un colpo ieri, nel giro di poche ore. Il caso più grave riguarda Wall Street, la borsa di New York, e il New York Stock Exchange, mentre il Nasdaq e lo S&P 500 hanno continuato a funzionare. C’è chi parla di un guasto al sistema informatico e c’è chi, come il Wall Street Journal sposa la tesi di un finto guasti tecnico dovuto al crollo delle Borse cinesi che avrebbe portato allo stop. Secondo un funzionario della Sicurezza nazionale: «Non ci sono indicazioni di un attacco hacker al Nyse».

cyber war sbarco

In realtà il primo guaio informatico della cyber-giornata nera, il primo malfunzionamento in ordine di tempo ha colpito i voli della United Airlines, costretta a lasciare a terra per circa 2 ore i 3.500 aerei pronti al decollo in quel lasso di tempo, prima negli Usa e poi nel resto del mondo. La compagnia aerea non ha spiegato che cosa sia realmente successo limitandosi a parlare di un guasto al sistema informatico. Un precedente blocco del sistema era già avvenuto il 2 giugno scorso. Coincidenza grave, sospetta, ma non ancora oltre il calcolo delle probabilità in una giornata nera.

Cyber sito 800

Poco dopo però era la home page del Wall Street Journal (il giornale che si stava occupando del blak out al sistema informatico della New York Stock Exchange) a diventare di colpo inaccessibile. Tanto che il celebre quotidiano economico è stato costretto a mettere in pagina una versione d’emergenza. A questo punto la spy story d’obbligo. L’Fbi che interviene sul blocco di Wall Street e l’arresto, il 26 gennaio scorso, di Eugeny Buryakov, presunto agente dello spionaggio estero russo, accusato di aver tentato acquisire informazioni sui programmi che regolano gli scambi azionari.

Potrebbe piacerti anche