Privacy Policy
domenica 15 Settembre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Dalle ‘Case del Popolo’ ai
circoli Pd del ‘ti conviene’

Mafia Capitale e non soltanto a Roma, visto che si parla di Pd (anche se di quello romano). Quasi metà dei circoli gestiti come feudi; molti circoli chiusi o inattivi, solo 28 tra i migliori, tessere sospette aumentate del 76%. Primarie senza regole ma con clienti. Renzi, meno tv più politica?

L’inchiesta su “Mafia capitale” non incide soltanto sulle antiche e perduranti nefandezze delle varie amministrazioni capitoline e delle pessime abitudini contratte dai dipendenti comunali (non solo i vigili urbani…), ma anche sull’ossatura del Pd romano. Fabrizio Barca ha svolto un’indagine sul partito per sei mesi. Ne esce la fotografia di un partito con sei sfaccettature: la rete “Potere per il potere”, per cui quasi la metà dei circoli romani era “di proprietà di qualcuno” e gestiti come feudi; molti i circoli chiusi o inattivi; solo 28 circoli entrano nel gruppetto dei migliori; tessere sospette aumentate del 76%. Il punto focale è la gestione del tesseramento: nel 2012 si iscrivono 11.982 romani, che diventano 16.731 nel 2013 e crollano a 9900 nel 2014. Fabrizio Barca presenta l’inchiesta al Festival dell’Unità, dove non c’è una bandiera del Pd, non ci sono sponsor, stand umili e pauperistici, e parecchi militanti ironizzano sul sindaco Marino soprannominandolo “er cecato”. Comunque si valuti Marino (anche per l’autoproclamazione trionfalistica: “resterò sindaco fino al 2023, per altri otto anni”) il Bastian contrario riconosce che almeno gli va riconosciuto un merito: con la Roma di oggi e, purtroppo, anche domani, ha affossato l’insensata candidatura di Roma per le Olimpiadi.

 

Circoli Pd jpg sito 800

 

Daniela Faggion è assessore a Selvazzano Dentro, in provincia di Padova. E’ leghista, assessore all’immigrazione. Ma ospita 15 profughi africani in case di sua proprietà, e dice che “questi ragazzi si stanno comportando in modo impeccabile”. Ma il sindaco Enoch Soranzo, leghista anche lui, l’ha sospesa dall’incarico. Il Bastian riconosce che non ci si deve scandalizzare: i cretini abbondano ovunque.

 

L'assessore laghista non razzista
L’assessore leghista non razzista

 

La Direzione territoriale del Lavoro di Grosseto ha scoperto che più della metà dei cantieri edili viola le norme sulla sicurezza nei posti di lavoro. In tre settimane sono stati ispezionati 30 cantieri nei comuni di Grosseto, Orbetello, Roccastrada, Isola del Giglio, Capalbio, Monte Argentario, Cinigiano, Pitigliano, Follonica, Castiglion della Pescaia, Campagnatico e Magliano in Toscana. Le irregolarità riguardavano i ponteggi, le attrezzature, la mancata adozione di misure di protezione individuale (come le imbracature). Tre aziende hanno dovuto sospendere l’attività perché sono stati trovati sei operai in nero e uno straniero senza permesso di soggiorno. Il Bastian sottolinea che stiamo parlando di Toscana, non di una periferia romana o napoletana.

 

Potrebbe piacerti anche