giovedì 23 maggio 2019

Papa Francesco ecologista e l’enciclica sull’ambiente. Attacchi e giochi sporchi

L’Espresso pubblica una bozza del documento. L’anticipazione in Curia viene attribuita agli ambienti conservatori per indebolirne il messaggio che critica duramente le politiche ambientali dei paesi economicamente egemoni. In discussione regole del giornalismo, etica e scoop in conto terzi

Laudato si

Con tre giorni di anticipo, il sito web de l’Espresso ha pubblicato un testo italiano dell’enciclica di papa Francesco Laudato si’, che ogni giornalista sa essere sotto embargo. Probabilmente la fuga di notizie viene da una fonte vaticana più interessata a creare scompiglio in occasione della pubblicazione che alla riflessione sui suoi contenuti.
I primi commenti insinuano che si sia voluto contrastare quelle parti dell’enciclica che esprimono posizioni forti e innovative sugli interessi privati che si oppongono alla salvaguardia dell’ambiente, concetto quest’ultimo esteso a comprendere la vita dell’uomo, e non concepito in contrapposizione ad esso.

papa-francesco-PENSIEROSO SITO

La Sala Stampa Vaticana conferma l’embargo, definisce non definitivo il testo divulgato, e sospende l’accredito al giornalista Sandro Magister, anziano e noto vaticanista. Questi alza le mani: il testo lo ha avuto il direttore, voleva arrivare per primo, io ho scritto solo qualche riga di introduzione, accetto la sanzione senza discutere.
Altri, per amor di polemica, provano a sostenere che non si può parlare di embargo violato perché il testo non è stato fornito dalla Sala Stampa. Giornalisti o azzeccagarbugli?
Vogliamo dunque provare a chiederci: perché un giornalista decide di violare un embargo?

Per uno o più dei seguenti motivi:
1) Perché non si ritiene rilevante dover rispettare i colleghi, accettare le regole della giornalismo, considerare l’etica professionale questione degna di cura.
2) Perché si accetta, più o meno consapevolmente, più o meno in cambio di guadagni o favori di varia natura, di mettersi al servizio di interessi di parte che intendono trarre vantaggi dalla fuga di notizie.
3) Perché si reputa di poter attirare sull’episodio una attenzione di natura scandalistica che si traduce in vantaggi per la testata, per l’editore o per se stessi, prescindendo da ogni criterio di qualità oggettiva.

Giudicate liberamente cosa sia applicabile al caso in questione.
Ordine dei giornalisti, tutela suprema della professione, se ci sei batti un colpo.

enciclica_papa-

Ieri lo stesso Papa Francesco aveva dato un’anticipazione del messaggio ambientalista contenuto nell’enciclica. «Come è stato annunciato, giovedì prossimo sarà pubblicata una lettera enciclica sulla Cura del Creato: invito ad accompagnare questo avvenimento con una rinnovata attenzione alle situazioni di degrado ambientale ma anche di recupero dei propri territori».

Potrebbe piacerti anche