mercoledì 22 maggio 2019

Il ‘passo da gigante’ Ue
sui migranti è già zoppo
Wikileaks svela i segreti

L’azzardo dei trionfalismi sulla strategia europea sui migranti che non c’è. Il ‘passo da gigante’ Ue azzardato dalla Mogherini si scopre ora basato sul nulla. Quote immigrati, la Francia dice no e la Spagna chiede una revisione. Missione navale, tutti i segreti carpiti da Wikileaks: poche cose

In vista di un difficile Consiglio dei ministri degli Esteri e della Difesa che dovrà decidere come i paesi Ue assumeranno una quota dei migranti che sbarcano in Europa, arriva il no della Francia e un invito della Spagna a rivedere la proposta. Da Parigi Manuel Valls ha precisato che la decisione è stata presa “col presidente Hollande per sgomberare il campo da ogni ambiguità. Decidiamo noi a chi dare asilo”. Ministro degli Esteri spagnolo: “lo sforzo di solidarietà deve essere proporzionato e nel piano Ue non lo è”. E l’agenda europea per la gestione immigrazione si riduce in chiacchiere.

 

scafisti abbordaggio sito

 

Si litiga sulla quote di migranti da ospitare, e sul fronte dell’azione ‘anti scafisti’ lo zero assoluto. Non una sola riga, nessun piano per respingere chi si affida ai criminali per venire in Europa. Come combattere i trafficanti se non si respingono gli abusivi? Punti di vista divergenti sul tema. Il piano europeo prevede più navi e più denaro per soccorrere e portare in salvo i migranti. Il Ministro degli interni britannico, Theresa May, ha attaccato la Mogherini sul Times affermando che “l’approccio favorirà la traversata del Mediterraneo e incoraggierà più persone a mettere la loro vita in pericolo”.

 

Ma ecco come pensano di poter smantellare il business dei trafficanti di migranti i militari Eu in vista della missione ‘Eu Navfor Med’ in Libia, approvata la settimana scorsa. Documento riservato dell’Ue pubblicato da Wikileaks e svelato da l’Espresso. “Una sfida dal punto di vista militare data la complessa situazione in mare e sulle coste”. “Grande attenzione -quindi- particolarmente all’ interno delle acque libiche o sul litorale, per evitare di destabilizzare il processo politico con danni collaterali, colpendo attività economiche legittime dando l’idea di aver scelto una parte politica”.

 

Azione antipirateria Eu lungo le coste somale
Azione antipirateria Eu lungo le coste somale

 

Equilibrismo. Punti chiave svelati Wikileaks e suggeriti dal buon senso: Regole di ingaggio e uso della forza nel sequestro dei barconi in caso di resistenza, come neutralizzare imbarcazioni e beni dei trafficanti, il salvataggio degli ostaggi e la temporanea detenzione di ‘forze ostili’, estremisti o terroristi del Daesh? A Bruxelles la fanno facile, mentre nulla è facile e chiaro. Manca “Una chiara conoscenza del modello di business delle reti di trafficanti di migranti nell’area del Mediterraneo meridionale e centrale”. Poi il cuore della missione: non salvare migranti ma combattere gli scafisti.

 

Potrebbe piacerti anche