Privacy Policy BASTIAN CONTRARIO Quel liceo bene di Padova dove insegnano l'omertà -
domenica 8 Dicembre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Quel liceo bene di Padova
dove insegnano l’omertà

Ordine del silenzio sulla morte di Domenico Maurantonio, 19 anni, studente del liceo scientifico Ippolito Nievo di Padova precipiutato dalla finenstra dell’albergo mentre era in gita scolastica. Ordiune di chi? Padova come Corleone? Poi lo Ior, una patetica Bertè è un po’ di derby violento

Domenico Maurantonio, 19 anni, studente del liceo scientifico ‘Ippolito Nievo’ di Padova, il 10 maggio scorso finisce a terra dal quinto piano dell’Hotel Da Vinci di Milano, dove era in gita scolastica. I compagni in gita non parlano, alla veglia per ricordare Domenico sono assenti. La sua morte è strana: Domenico precipita e muore. Ha solo una canottiera addosso, e qui cominciano i misteri: accanto al suo cadavere, trovato da un imbianchino alle 8 di mattina, ci sono le mutande di Domenico: chi le ha portate lì? Di certo non solo “volate” dal quinto piano, atterrando proprio vicino al cadavere. Perché nel corridoio del quinto piano sono stati trovati escrementi (nell’autopsia è stato verificato che Domenico non aveva preso lassativi)? Perché sul suo braccio c’era un livido valutato dalla polizia non compatibile con la caduta? Ma, soprattutto, perché c’è un silenzio incredibile da parte dei compagni in gita scolastica?

 

Il funerale dello studente. In copertina la foro di Domenico Maurantonio felice
Il funerale dello studente. In copertina la foro di Domenico Maurantonio felice

 

Raccontano tutto quanto è successo fino alle 4 di notte, poi perdono la memoria, e dalle 4 di quel 10 maggio nulla ricordano? Perché la preside di quella che è considerata la migliore scuola di Padova, Maria Grazia Rubini ha detto, prima di chiudersi in un irato mutismo, “ho dei superiori, e dobbiamo fare silenzio, questo è l’ordine che abbiamo ricevuto dall’alto”. Ieri, finalmente, si fa vivo un compagno di scuola, Domenico Maurantonio, e rivela un particolare misterioso e inquietante: è stata la polizia a dirci di tacere. Perché? Quel liceo rappresentativo della “Padova bene” non deve essere scosso da questa morte misteriosa? Il Bastian chiede ad alta voce alla polizia patavina: qual è il mistero per cui i compagni di scuola non possono parlare?

 

Lo Ior , la banca del Vaticano, ha deciso di chiudere 3154 conti inattivi o estranei alle finalità istituzionali dello Ior. Papa Francesco aveva appena detto: “L’attaccamento alle ricchezze genera corruzione”. Sindona e Marcinkus ne sapevano qualcosa.

 

L’antica Loredana Bertè racconta: quando ho mollato Biorn Borg ho cominciato a odiarlo e lo odio ancora; l’ho mollato io e l’ho preso a calci nel sedere perché volevo un figlio da lui e lui no. Il Bastian alza le braccia: è impossibile uscire da un ruolo e da un’immagine, soprattutto se uno/una non si accorge che il tempo passa.

 

teppista bastardo

 

Perché ogni volta che c’è Lazio-Roma le rispettive tifoserie tirano fuori il peggio di se stesse? E il Bastian chiede: perché gli arrestati, laziali e romanisti, frequentano le patrie galere solo per qualche giorno? E chi paga i danni che provocano, dentro e fuori lo stadio? Non sarà che esiste una qualche oscena impunità? (Ovviamente il discorso vale anche per il recente “spettacolo” di Juventus-Torino).

Potrebbe piacerti anche