Privacy Policy Baghdad più pericolosa per attacchi terroristici ma anche noi i bersagli -
mercoledì 22 Gennaio 2020

Baghdad più pericolosa per attacchi terroristici ma anche noi i bersagli

Baghdad è la città più pericolosa al mondo. A stabilirlo è l’indice messo a punto da una società internazionale di ricerca strategica e analisi dei rischi, che rileva anche un rapido aumento del pericolo in Europa, dopo la strage parigina alla redazione di Charlie Hebdo. Pessima classifica

La notizia è di quelle che uno proprio non vorrebbe leggere e che forse soltanto a moderare certe scelte folli di itinerari turistici. Sarebbe Baghdad la città più pericolosa del mondo, in cima alla classifica delle 64 città dove esiste un «rischio estremo» di attacchi terroristici. A stabilirlo è l’indice messo a punto da ‘Verisk Maplecroft’, società di ricerca strategica e analisi dei rischi, che rileva però un rapido aumento del pericolo anche in Europa, dopo la strage parigina alla redazione di Charlie Hebdo. Così possiamo stare allegri tutti, pensando al richiamo anche simbolico che ha la città di Roma.

Baghdad
Baghdad

Tra le prime dieci città più pericolose, ben sette, oltre a Baghdad, si trovano in Iraq, comprese Mosul (al secondo posto) e Ramadi (al terzo posto), entrambe controllate dallo Stato Islamico. Secondo l’indice, la maggioranza delle città maggiormente a rischio terrorismo si trovano in Medio Oriente (27 città) e in Asia (19 città). A seguire c’è l’Africa, con 14 città, continente che risente dell’ascesa di gruppi terroristici come Boko Haram e Al Shabaab. Da fatto lo scenario geopolitico noto e le aree di crisi ‘consolidate’ ma con un rilancio dell’Africa per le infiltrazioni islamiste Isis.

Aghanistan
Afghanistan

Tre delle città a «rischio estremo» di attacco terroristico si trovano in Europa. Si tratta di Luhansk (46esima) e Donetsk (56esima) in Ucraina e di Grozny (54esima) in Russia. La città sudamericana presente, unica tra le 64 più pericolose del mondo è Cali (59esima), in Colombia. Parigi, (97esima), considerata ad “alto rischio” di attacco terroristico, è una delle città del mondo che ha scalato più rapidamente i gradini della poco invidiabile classifica, a conferma della gravità dell’attacco a Charlie Hebdo, nel quale morirono 17 persone. Una tendenza che coinvolge più Paesi occidentali.

Potrebbe piacerti anche