Privacy Policy
mercoledì 23 Ottobre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Pensioni-promesse-inganni
e quell’arsenale a Napoli

Bastian contrario è un pensionato che non difende corporativamente i pensionati. Sulla sentenza contro i tagli insiste a vederlo come un ‘attacco al governo Renzi’ e non il risarcimento dovuto del maltolto. Pluralismo interno a RemoContro. Poi la strana escalation degli invalidi civili: +51%

La signora Giustina Noviello è avvocato dello Stato. Ha difeso le misure del 2011 prese dal governo Monti nell’udienza della Corte Costituzionale che recentemente ha portato alla sentenza sulle pensioni che, se adempiuta, potrebbe causare una voragine nei conti pubblici. L’avvocato dello Stato, dopo la sconfitta, è esplosa in un ‘hurrà’ comunicato a più riprese su un organo non proprio ufficiale: twitter. Con una raffica di twitt modello renziano ma tutti ferocemente antirenziani.

Liberissima di farlo, ma liberissimo anche il Bastian nel chiedere: ma la signora Noviello ha fatto bene il suo lavoro? Perché se non ha difeso con sufficiente rigore le ragioni dello Stato per fare uno sgambetto a Renzi (in realtà ai conti pubblici contro le ragioni, forse altrettanto legittime, dei pensionati danneggiati) sarebbe stato quantomeno poco professionale. Anzi, un danno economico ingente allo Stato, se mai il provvedimento del governo Monti fosse stato legittimo.

 

rapina pensioni buona

 

Parola magica: spending review. Cinque governi, 15 tra commissari e consiglieri. Ma dal 2007 la spesa pubblica è salita di 107,2 miliardi di euro, cioè più del 18% in sette anni, mentre la spesa per gli investimenti è scesa di 9,2 miliardi, una flessione superiore al 20%. E senza modificare il primato italiano nel continente europeo per quanto riguarda la pressione fiscale. Con alcune particolarità imbarazzanti, come il record dei trattamenti di invalidità civile, aumentati del 51% tra il 2003 e il 2013. Quasi un milione di invalidi civili in più in dieci anni. C’è un invalido civile ogni 21 abitanti, neonati e bambini compresi. Colpa di chi? Non è che a noi italiani manca il senso dello Stato?

 

arsenale

 

L’infermiere napoletano Luigi Murolo dormiva con un kalashnicov sotto il letto, due machete, scatole di munizioni a volontà. Ha ucciso quattro persone e ne ha ferite sei. Arrestato, ovviamente. Ma il Bastian non può non chiedersi: è così facile acquistare armi e munizioni? E il Bastian non si accontenta della parola magica che dovrebbe spiegare tutto: Napoli.

Potrebbe piacerti anche