Privacy Policy
mercoledì 16 Ottobre 2019

BASTIAN CONTRARIO
Storia del mondo a Mosca
Storia d’Italia al 98° Giro

Non solo V-Day a Mosca ma anche il 98° Giro d’Italia. Un tuffo nella storia non solo nello sport ma anche del nostro Paese. E il Bastian confessa dei avere gli occhi lucidi ricordando le chiacchiere con Bartali nel garage in via Guelfa con la sua malinconia nel ricordare l’amico-rivale Fausto

Oggi, 9 maggio, non solo V-Day a Mosca, ma scatta il 98° Giro d’Italia. E’ uno straordinario tuffo nella storia non solo nello sport ma anche del nostro Paese. La rivalità di due campionissimi come Fausto Coppi e Gino Bartali fanno parte della storia italiana, di salite furibonde su strade di montagna peraltro ben diverse (come fondo, buche, ecc.) da come sono oggi. Ma è stato anche il giro che il 5 giugno 1994 rivelò, sul Mortirolo (tappa da Merano al passo dell’Aprica), il Pirata: Marco Pantani, 24 anni. Uno straordinario grimpeur. E quest’anno il Giro torna proprio sul Mortirolo. Il Bastian ha gli occhi lucidi, ricordando quei tre nomi: Bartali, Coppi, Pantani. E ricordando le chiacchierate con Bartali nel suo garage in via Guelfa, con la sua malinconia nel ricordare l’amico-rivale Fausto.

 

Pantani The-legendry-Marco-Pantani sito

 

Molti leader europei hanno deciso di non partecipare alle celebrazioni di Mosca per il settantesimo anniversario della vittoria sul nazifascismo. Certo, il regime di Stalin era un regime criminale, ma dette un contributo importantissimo alla vittoria su Hitler nel 1945. Il Bastian si chiede: che senso hanno le “rivisitazioni” storiche sulla base delle convenienze attuali?

 

Susanna Camusso, segretario generale Cgil, alcuni giorni fa era a Mestre per una riunione di delegati sindacali. Le elezioni regionali in Veneto sono vicine. La Camusso ha detto: “Capisco le difficoltà che tanti di voi hanno di fronte alle Regionali. Piuttosto che non votare, però, è meglio annullare la scheda”. Comunque votare per alzare la percentuale dei voti che serviranno a Luca Zaia, il governatore leghista, per essere rieletto. Strascici delle tensioni a sinistra contro la candidata del Pd, Alessandra Moretti, che ha abbandonato l’Europarlamento per giocare una partita molto difficile in Veneto.

 

Grillo Assisi 800

 

I presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini e Pietro Grasso, hanno abolito i vitalizi per gli ex parlamentari condannati per reati gravi (associazione a delinquere, mafia e terrorismo, concussione, corruzione, peculato). La reazione di Grillo e del M5S è stata la solita sequela di insulti. Il Bastian continua a non capire: sono gli insulti di un ricco signore come Grillo -che oltretutto ha attaccato pesantemente anche il presidente Mattarella per aver firmato la legge sull’Italicum- a procurare i voti al M5S? Se così fosse, siamo messi proprio male.

 

Potrebbe piacerti anche