Privacy Policy
venerdì 20 Settembre 2019

BASTIAN CONTRARIO
A tutto campo (di calcio)
e poi l’Italia vacanziera

Primo pezzo di RemoContro su qualcosa vicino al calcio. Per fortuna lo fa con la solita elegante ironia Daniele Protti (milanista confesso) sfottendo Conte e Mancini. L’Italia delle lunghe vacanze e infine il non amato D’Alema. E gli è sfuggito l’anniversario delle bombe ‘umanitarie’ sulla Serbia

Antonio Conte è antipatico, per un non juventino. Sciorina in modo a volte spocchioso quelli che comunque -spocchia o no- sono fatti: centrocampista fondamentale per tanti anni nella Juve e poi allenatore sempre della Juve vincendo una raffica di scudetti. Adesso è allenatore della nazionale, e il Bastian contrario lo difende da quel Mancini oggi allenatore dell’Inter (con fortune clamorosamente diverse da quelle del fantastico duo sul campo erboso Mancini-Vialli della Sampdoria) che lo critica perché Conte ha convocato per la Nazionale due oriundi.

 

Due grandi con una splendida maglia
Due grandi con una splendida maglia

 

Qualcuno faccia fare a Mancini un po’ di ripasso storico: nella storia della Nazionale azzurra hanno giocato –dal 1920 (il primo fu l’italo argentino Badini) in poi- fior di giocatori di origine italiana, da Maschio a Montuori, da Schiaffino a Ghiggia, da Sormani a Altafini, e tanti altri. E adesso che vuole Mancini? Scottato dalla punizione dell’oriundo Eder che ha fulminato l’Inter nell’ultima partita? Per il Bastian contrario (e lo dice con tutto il rispetto per i cugini interisti) è penoso, come l’Inter di oggi che allena.

 

Troppe vacanze estive in Italia, dice il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. E giù una valanga di critiche, da tutte le parti. Il Bastian contrario non si esprime, ma guarda al resto d’Europa. E si scopre che i più vacanzieri sono i greci (13 settimane), gli italiani (12-13 settimane), i portoghesi (12 settimane), gli spagnoli (11); poi si scende alle 9 settimane di Austria, Belgio e Francia, alle 8 della Norvegia, e, per finire, con le 6 settimane per Germania, Olanda e Gran Bretagna. Il Bastian si chiede: i record di greci e italiani dipendono dall’estate mediterranea e basta? Oppure: le fortune economiche di tedeschi, olandesi e inglesi dipendono dal fatto che le loro estati sono più fredde?

 

Rimini_spiaggia sitosito

 

Impressionante, anche per il Bastian contrario, il feroce coro di critiche a D’Alema (che certamente il Bastian non difende, anzi, si potrebbe rincarare le dosi) intonato proprio dai suoi più stretti collaboratori ai tempi della “gloria” dell’aspirante massimo. Soprattutto per un motivo: per due anni non si sono accorti che “giocava” contro Prodi e contro il Pds? Adesso non basta nascondersi dietro il “senno di poi”. Troppo facile.

 

Daniele Protti

 

 

Potrebbe piacerti anche