Privacy Policy
lunedì 14 Ottobre 2019

L’Ucraina non paga il gas
e lo taglia ai ribelli
Rischio gas per l’Europa

L’Ucraina ha problemi di pagamento del metano e la russa Gazprom non fa più credito. Per ritorsione Kiev taglia il gas alle città separatiste condannate al gelo. Putin si arrabbia. Tensione anche al fronte. Le forze armate ucraine sostengono di non poter/voler iniziare il ritiro delle armi pesanti

Vecchi debiti oltre a solidi rancori. L’Ucraina, con giganteschi conti energetici da ripianare, ha pagato le forniture di gas per 3-4 giorni e questa volta Gazprom non farà credito. Lo ha detto un arrabbiato presidente russo Vladimir Putin precisando che ‘è chiaro che questo può rappresentare una minaccia al transito del metano russo verso l’Europa’. La Russia taglia il gas per l’Ucraina insolvente, Kiev se lo prende da quello destinato all’Europa e Mosca deve tagliere anche quello. Ricatti incrociati, come la decisione di Kiev di tagliare le forniture di gas alle zone dei separatisti.

 

GAZPROM-impianti sito

 

Putin ha comunque espresso la speranza che ‘non si arriverà a tali misure estreme e che le forniture di metano non saranno interrotte’. Ma questo -ha precisato- ‘non dipende solo da noi ma anche dall’ Ucraina’. Vedi la brutta storia del taglio del gas alle zone dei separatisti. ‘In quella zona vivono circa quattro milioni di persone, potete immaginare che tutta questa gente resterà senza forniture di gas durante la stagione invernale? Nel Donbass c’è già la fame e l’Osce ha già denunciato una catastrofe umanitaria. Se si tagliano le forniture di gas, di cosa si può parlare? Puzza di genocidio’, dice Putin.

 

gazprom-neve sito

 

Intanto le forze armate ucraine sostengono di non poter ancora iniziare il ritiro delle armi pesanti dal fronte perché i ribelli continuano a bombardare le loro postazioni. Secondo il portavoce delle truppe di Kiev, Anatoli Stelmakh, i separatisti avrebbero aperto il fuoco contro le postazioni ucraine ben 12 volte durante la notte. Accuse ribaltate da parte dei separatisti senza possibilità di un arbitrato terzo. Molta malafede visto che gli arretramenti, se voluti, si possono fare gradualmente. Nessuno sembra però disposto a concedere fiducia alla parte opposta e soprattutto a contrastare gli estremisti di casa.

 

Potrebbe piacerti anche