• 19 Febbraio 2020

BASTIAN CONTRARIO
I comunisti al Quirinale
i contaballe nei giornali

Mi è capitato di vedere, nei vari giornali nei quali ho lavorato, che ci sono direttori o capiredattori che quando si innamorano di un titolo (soprattutto se ideato da loro) non c’è verso di smuoverli anche se è sbagliato. Ieri un quotidiano romano, Il Tempo, ha pubblicato il titolo di prima pagina che poteva essere scritto anche da un Salvini qualsiasi (sì, quello che ogni volta che apre bocca non si capisce se fa il fascista o è semplicemente un ignorante, soprattutto in storia).

 

Tutti i presidenti della Repubblica italiana
Tutti i presidenti della Repubblica italiana

 

Bene, ecco il titolo: ‘Dopo Napolitano basta comunisti’. Un ignorante (o semplicemente un giornalista che non controlla, oppure che si ritiene un politico che “dà la linea”) si aggira a Il Tempo. Vediamo di ricordare i presidenti della Repubblica italiana: due liberali (De Nicola, Einaudi), un socialdemocratico (Saragat), un socialista (Pertini), cinque democristiani (Gronchi, Segni, Leone, Cossiga, Scalfaro), un indipendente (Ciampi), un comunista (Napolitano).

 

Enrico De Nicola, primo Presidente della Repubblica italiana, che era pure monarchico
Enrico De Nicola, primo Presidente della Repubblica italiana, che era pure monarchico

 

Il titolo de Il Tempo è ambiguo: può essere inteso da un lettore smemorato che parecchi comunisti hanno soggiornato al Quirinale, anche se probabilmente il senso era: uno è comunque troppo. Indipendentemente dalla condivisione o meno del titolo in termini politici, mi permetto di commentarlo criticamente in termini giornalistici, perché può indurre un lettore a pensare che ci sono stati altri comunisti al Quirinale. Il che è falso. E giornalisticamente scorretto.

Daniele Protti

Daniele Protti

Daniele Protti, è giornalista di lungo corso e di nobile mestiere: direttore de Il Quotidiano dei Lavoratori, poi a Il Globo, Il Messaggero, a L’Europeo (direttore del settimanale del 1995, della rivista dal 2000 al 2013). Ora rema contro assieme e noi.

Read Previous

Per fortuna salve, Greta e Vanessa a casa, ma niente applausi

Read Next

Grandi Manovre Militari
Italia in difesa o attacco?
Sfida all’ultima stelletta