• 20 Febbraio 2020

Riappare Cicciobello
Nord Corea fedele
alla dinastia Kim

Dopo 40 giorni di assenza, il leader della Corea del Nord Kim Jong-un avrebbe fatto la sua prima apparizione pubblica. Lo racconta l’agenzia di Stato, che parla di una “improvvisata” del 31enne presidente ereditario a un cantiere residenziale e a un distretto scientifico. Lunedì erano circolate voci sull’arrivo a Pyongyang di uno specialista francese o tedesco per curare Kim, notizie incerte accolte con la consueta cautela. Fonti ufficiali cinesi e americane hanno continuato a sostenere che la situazione in Corea del Nord appariva normale. Di possibile colpo di Stato insisteva solo Seul.

 

Kim Jong-un, batone tra le mani, rilascia dichiarazioni alla stampa attenta
Kim Jong-un, batone tra le mani, rilascia dichiarazioni alla stampa attenta

 

Dopo l’annuncio dell’agenzia di stato, sui social media sono circolate le immagini che anche noi vi proponiamo dove “il sommo leader” zoppica eroicamente ma visita cantieri. Intervento chirurgico alla caviglia malata di cui si era parlato in queste ultime settimane? I dubbi sul suo stato di salute rimangono perché il leader non si era presentato al raduno annuale del partito e alla cerimonia al mausoleo di suo nonno e di suo padre, che si sono celebrate solamente tre giorni fa. Perché proprio ora decide di mostrarsi? Giallo coreano con una potenziale erede al trono, la sorella di Kim Jong-un.

 

Kim Jong-un, benchè zoppo resta un guerriero
Kim Jong-un, benchè zoppo resta un guerriero

 

Ma rimaniamo alla foto che è il solo documento più o meno certo, salvo il non sapere quanto è stata scattata. Da segnalare la presenza di Hwang Pyong-so, il numero due del regime grazie alla carica di vicepresidente della Commissione nazionale di Difesa presieduta dal leader. Quindi tutta la vecchia gerarchia del ‘partito di famiglia’ confermata. Il quotidiano sudcoreano JoongAng Ilbo ha riferito ieri che Kim, dopo aver subito un intervento chirurgico a entrambe le caviglie da parte di un medico francese a metà settembre, era in fase di recupero in una tenuta privata a nord di Pyongyang

 

Ennio Remondino

Ennio Remondino

giornalista, già corrispondente estero Rai e inviato di guerra

Read Previous

Stranezze Usa Merkel
tra sgarbi e dissensi
poi è sempre pace
C’è un perché?

Read Next

Lo Stato di Palestina
c’è per l’Inghilterra
Washington più sola