sabato 20 luglio 2019

La Siria fatta a pezzi
3 milioni profughi
6,5 gli sfollati

Sono ormai più di 3 milioni i civili fuggiti dalla Siria nel corso dei tre anni e mezzo di guerra. Un milione solo durante il 2013. La cifra fornita dall’Onu, non include centinaia di migliaia di altri siriani in fuga non registrati come profughi. 6,5 milioni gli sfollati all’interno del paese

Più di tre milioni di siriani scappati dal Paese in guerra. Meno di un anno fa il numero di profughi era di due milioni, dati dell’Unhcr che denuncia «le condizioni sempre più spaventose all’ interno del paese» per spiegare questo aumento drammatico. «Città in cui la popolazione è circondata, la gente affamata ed i civili presi a bersaglio o uccisi senza discriminazione», descrive l’agenzia Onu. Le violenza hanno portato anche 6,5 milioni di sfollati all’interno del paese: quasi il 50% dell’intera popolazione siriana è stata costretta a lasciare le sue case. Un siriano su otto è fuggito oltre confine.

 

Sbarco Profughi Siriani a Brancaleone 30 Settembre 2013

 

La crisi siriana è diventata la più grande emergenza umanitaria della nostra era, eppure il mondo non riesce a soddisfare le esigenze dei rifugiati e dei paesi che li ospitano, denunciano all’Unhcr. Sebbene fino a oggi sono stati soprattutto i paesi vicini, come Libano, Giordania e Turchia, a fornire aiuto ai rifugiati, la loro generosità si sta esaurendo perché sono spesso le comunità più povere a portare il peso della crisi siriana. Soltanto 5 mila i siriani hanno una sistemazione lontano dai paesi limitrofi grazie all’intervento dell’ONU, lo 0,16% dell’intera popolazione dei profughi.

 

Dei 10,8 milioni di persone che hanno bisogno di assistenza, su una popolazione di 22 milioni, gli sfollati interni sono ad oggi circa 6,4 milioni, mentre 4,7 milioni che necessitano di aiuti, si trovano in aree “difficili da raggiungere”, inclusi i circa 241 mila che vivono in aree attualmente assediate dalle forze governative o di opposizione. Per chi è riuscito a fuggire, la precarietà dell’aiuto dato. Profughi: 1.169846 in Libano, 832.508 in Turchia, 612.737 in Giordania, 215.369 in Iraq (con nuova fuga dopo Isis), 139.040 in Egitto, 23.367 in Nord Africa e 123.600 in Europa.

 

profughi siriani in Turchia sito 600

 

Il Paese che subisce più di tutti il peso della crisi siriana è quindi il piccolo Libano. Nell’aprile 2012 in Libano c’erano 18mila profughi siriani, nell’aprile del 2013 erano 356mila e ora sono tre volte tanto. L’Onu registra l’arrivo in Libano di 2.500 nuovi rifugiati al giorno, più di una persona al minuto. Sconvolgente un altro dato Onu: a tre anni dall’inizio del conflitto in Siria, il Libano è diventato il paese con la più alta densità al mondo di rifugiati per abitante. Un record disastroso, che sta provocando il rapido impoverimento di una comunità ormai giunta vicina al punto di rottura.

 

Potrebbe piacerti anche