sabato 20 luglio 2019

Libia agli jihadisti
Bengasi diventa
emirato islamico

I jihadisti libici di Ansar al Sharia annunciano di aver preso il controllo “completo di Bengasi” e di aver proclamato “un emirato islamico”. L’annuncio di un responsabile del gruppo, citato dalla tv al Arabiya. “Menzogna”, replica il generale Khalifa Haftar: ‘La nostra è una ritirata strategica’

I jihadisti libici di Ansar al Sharia annunciano di aver preso il controllo “completo di Bengasi” e di aver proclamato “un emirato islamico”. L’annuncio è stato fatto da un responsabile del gruppo attraverso la tv al Arabiya. “Si tratta di una menzogna”, ha replicato ha replicato il generale Khalifa Haftar che guida le truppe lealiste che sostengono il governo nazionale di Tripoli e il nuovo Parlamento eletto e non ancora insediato. La giustificazione militare è la più classica ed assieme la meno credibile: “Ci siamo solo ritirati temporaneamente da alcune posizioni”. La verità a breve.

 

Ansar_al_Sharia

 

“La notizia è ancora tutta da verificare”, fa sapere la Fanesina e conferma la ministra in audizione alla Commissione Esteri del Senato. Questo il quadro della situazione dei connazionali ancora in Libia: ci sono ancora 241 italiani, di cui 144 in Tripolitania, 64 in Cirenaica, 33 nel Fezzan, più 45 tra personale dell’ambasciata e istituzionale. Dall’ambasciata l’avvio di contatti personali per offrire la possibilità di rientrare in Italia. Ci sono inoltre 830 italiani residenti stabili di cui l’80% con doppia cittadinanza che si presume sceglieranno di rimanere. L’eventuale rimpatrio avverrà via nave.

 

Ansar_al_Sharia donna 600

 

Hanno già abbandonato Tripoli molti occidentali, prima i francesi e i britannici. La Francia ha evacuato “via nave”: 55 francesi e sette cittadini britannici, individuati e radunati dall’ambasciata di Francia a Tripoli, rimasta aperta fino a 2 giorni per assicurare l’operazione. A trasportarli in Europa una nave militare. Non più sfuggire l’imbarazzante coincidenza della evacuazione franco-britannica alla conclusione della infelice avventura militare voluta dal francese Sarkozy e dal britannico Cameron. Operazione ‘Odessey Dawn’ del marzo 2011 per liberare il mondo dal despota Gheddafi.

 

Potrebbe piacerti anche