Privacy Policy
domenica 22 Settembre 2019

Telegiornali addio
Il pubblico scappa
Affonda l’AllNews

Qualcuno titola drammatizzando, “Tg, tracollo globale”. Esagerato ma vicino al vero. La crisi degli ascolti, come un virus che percorre tutte le azienda televisive, ha contagiato pure l’informazione, quella che trova spazio attenzione. Precipitano Tg La7 e Tg3, affonda senza clamori Rai News 24

mentana 600

 

Dall’inizio dell’anno tutti i Tg di prima serata perdono ascolti. Disaffezione numericamente pesante e tutta ancora da studiare. Forse i Tg sono malfatti, forse sono zeppi di politica interna e la politica fa abbastanza schifo. Forse una serie di scelte editoriali o clientelari sono state semplicemente sbagliate. Abbiamo visto già nel sommario che i picchi negativi per i tg generalisti sono per il Tg La7 e Tg3. Il problema delle percentuali, -21,5% e -18,8%, riporta alla statistica del mezzo pollo a testa. Quei due Tg di pollo già beccavano soltanto l’ala e ora rischiano di rimanere solo con l’osso. In numeri veri il Tg3 perde circa 463 mila spettatori ed il Tg La7 428 mila. Quanti ne restano?

 

-bianca-berlinguer- sito

 

Il calo è comunque generale rispetto al 2013 e se i Mentana, Berlinguer e Maggioni piangono e fanno piangere i loro editori, nessun altro ha ragione di ridere. Cosa sta accadendo nel mondo della comunicazione dopo la bomba web? Sta accadendo di tutto e probabilmente ciò che vediamo è soltanto l’inizio di una rivoluzione. Ma perché qualche Tg precipita mentre altri calano con moderazione? Guardando i dati si potrebbe azzardare che chi più annoia più fidelizza gli ascolti. L’Italia che invecchia, anche. Comunque, sul fronte “della noia” vince il Tg1 di Orfeo col -4,4% su Mimun al -6,22%. Poi, Tg4 -7,3%, Tg2 -8,9%. Studio Aperto -11,8%, il peggiore in casa Mediaset.

 

monica-maggioni

 

Ma l’inspiegabile, arriva con le All News. Tutto e solo notizie, come ‘televisione del futuro’, ci raccontò qualcuno che guardava la Cnn quando ancora in Italia dominavano i grandi Tg generalisti. Tutto e solo notizie, come sfida del vecchio elettrodomestico al nemico computer e all’agilità del web. C’è chi ha investito molto su questo. In Rai soprattutto. Ma qualcosa non ha funzionato. Errori di valutazione, errori di scelta di uomini/donne, errori di strategia? Forse un po’ di tutto. Certo ora è il disastro dei numeri. Rainews -15,7% e Skytg24 -21,1%. Ancora numeri da tradurre per capire. Sky è canale a pagamento E soffre la crisi, mentre la Supervitaminizzata Rainew è fruibile gratis.

 

Potrebbe piacerti anche