Privacy Policy
giovedì 17 Ottobre 2019

Ucraina guerra civile
esercito contro i ribelli
offensiva a Slavjansk

L’attacco deciso da Kiev e tutt’ora in pieno corso sarebbe partito questa mattina all’alba. Alle 6 le prime segnalazioni da parte dei ribelli filorussi sotto attacco. Notizie contraddittorie sulla dimensione e andamento dello scontro. Sembrerebbe un’azione massiccia con elicotteri e blindati

Forze speciali contro civili anche se estremamente combattivi. L’esercito è quello ucraino della nuova dirigenza nata dalla rivolta di Maidan. Su ordine di Kiev è partita stamane una vasta operazione militare contro la città ucraina separatista filo-russa Slavjansk. Lo hanno riferito i ribelli. “Un attacco su larga scala”, ha detto il portavoce dei ribelli aggiungendo che un elicottero ucraino, forse due, sarebbero stati abbattuto. Inoltre, sempre fonte dei ribelli, “Il villaggio di Bilbassivka è stato occupato”.

 

Testimoni danno notizia di esplosioni e sparatorie alla periferia della città, sorvolata da decine di elicotteri militare di Kiev. Otto blindati ucraini e decine di soldati avrebbero preso il controllo di una strada di accesso a sud di Slavyansk, smantellando un posto di blocco dei filo-russi. Nella città di 160.000 abitanti sono risuonate le campane delle chiese per avvertire la popolazione del pericolo imminente. Nessuna dichiarazione dal governo ucraino, dice Kiev, sino ad “operazione conclusa”.

 

L’offensiva, sarebbe la prima risposta militare su ampia scala ai miliziani filo-russi che hanno preso il controllo di numerosi edifici pubblici di città del sud-est dell’ex repubblica sovietica, alimentando la più dura contrapposizione tra Mosca e Occidente dai tempi della Guerra Fredda. Indicativa del clima teso la parata sulla Piazza Rossa per il Primo maggio voluta da Vladimir Putin, la prima dall’ era sovietica, trasformata in una manifestazione di sostegno alla minoranza russofona in Ucraina.

 

Il sindaco dei ribelli di Slavyansk, Vyacheslav Ponomaryov, ha dichiarato all’agenzia Interfax che i separatisti hanno abbattuto -avrebbero abbattuto- due elicotteri delle forze ucraine, uccidendo un pilota e catturandone un altro. La notizia non ha trovato pero’ alcuna conferma. Secondo i ribelli, all’offensiva partecipano una ventina di elicotteri da combattimento e trasporto truppe che hanno assistito le forze ucraine nelle operazioni per bloccare tutte le strade di accesso e di uscita.

 

Potrebbe piacerti anche