giovedì 18 luglio 2019

Le armi dalla Siria
in tempo per i bagni

Annunci caricatura di una storia infinita. Forse, sembra, si valuta, le maledette armi chimiche siriane arriveranno nel porto di Gioia Tauro, solo in rapido transito precisano sempre, forse tra 2-4 settimane. Metà maggio? Con le temperature che ci sono tempismo perfetto per la stagione balneare

La notizia è su ANSAmed e ci dice che l’operazione di trasbordo delle armi chimiche siriane a bordo della Cape Ray (la nave laboratorio della marina militare statunitense incaricata della distruzione degli ordigni) che ormeggerà nel porto di Gioia Tauro avverrà “tra 2-4 settimane, prevedibilmente entro la prima metà di maggio”. L’incertezza della non notizia.

 

Cargo danese Ark Futura
Il cargo danese Ark Futura

 

Lo riferiscono all’ANSA fonti dell’Opac che saranno esperte in chimica ma molto incerte in preveggenza. Ieri, ci narrano, Damasco ha completato il quindicesimo carico di agenti chimici, raggiungendo il 70% del totale di cui il 64,5% è finito sul cargo danese Ark Futura e il resto sul più grosso cargo norvegese Taiko. Dettagli abbastanza inutili per dirci che ci stanno provando.

 

Il caro norvegese Taiko
Il cargo norvegese Taiko

 

La notizia che preoccupa arriva in fondo. “mancano ancora circa 7 trasporti che impegneranno tra le 2 e le 4 settimane”. E nel mondo del condizionale, le autorità siriane che prevedevano di terminare entro il 27 aprile, oggi prendono le distanze e “sperano di farcela entro fine mese”.  E sotto l’ombrellone dalle spiagge calabre vedremo arrivare Ark Futura e Taiko

Potrebbe piacerti anche