sabato 17 Agosto 2019

La mappa della Bbc
sulla rotta segreta
delle armi chimiche

L’operazione militare più svelata del mondo. Far sparire 1300 tonnellate di armi non é cosa facile da nascondere. Sappiamo quasi tutto su che fine farà quell’arsenale, salvo il porto di transito italiano. Silenzio governativo. Ma guardate bene la mappa proposta dall’inglese Bbc. Suggerisce nulla?

Cargo danese Ark Futura col primo carico di armi chimiche
Cargo danese Ark Futura col primo carico di armi chimiche

 

Sappiamo quasi tutto. Sappiamo che si tratta di quasi mille 300 tonnellate di armi chimiche da portare via e disinnescare. Sappiamo che le trasporteranno due cargo, la danese Ark Futura, che ha già fatto una prima parte di carico e aspetta al largo tra Cipro e la costa siriana, e la norvegese Taiko. Sempre dal mare del nord arrivano due delle fregate di scorta, la L17 e la F313, con ulteriore scorta della marina russa e di quella cinese, forse più impegnate a vigilare sugli alleati Nato dell’ operazione disarmo chimico, che a proteggere da eventuali atti di piraterie il carico da apocalisse.

 

Cargo norvegese Taiko all'ormeggio a Latakia in attesa del carico di armi
Cargo norvegese Taiko all’ormeggio a Latakia in attesa del carico di armi

 

Sappiamo che il carico si dirigerà poi in Italia per uno scalo tecnico durante il quale sarà trasferito su una nave da carico americana, la Cape Ray, trasformata in un laboratorio chimico galleggiante che neutralizzerà le armi chimiche in alto mare attraverso un processo di idrolisi. Il tutto avverrà nell’arco di tre mesi al centro del Mediterraneo, in acque internazionali che, vedete dalla cartina, stanno tra il golfo libico della Sirte e il canale di Sicilia, praticamente sulla rotta dei migranti verso Lampedusa. Ma a noi interessa quel benedetto punto 3 sulla cartina tra Taranto e la Sicilia orientale.

 

Laboratorio chimico a  bordo della MV Cape Ray
Laboratorio chimico a bordo della MV Cape Ray

 

Vista la non trasparenza italiana, affidiamoci alle antenne anglosassoni della Bbc, solitamente molto bene informate. Ed ecco la conferma che il porto italiano è formalmente ancora fantasma “an as yet unnamed port in Italy”. Dal punto 4 della didascalia sulla mappa, sappiamo anche che “In Italy, the “most critical” chemical agents will be loaded onto the US Maritime Administration cargo ship, MV Cape Ray[…]”. Scarico, deposito e carico sulla nave laboratorio Usa, mentre le sostanze chimiche meno tossiche saranno inviate per lo smaltimento a strutture commerciali. Probabilmente in Gran Bretagna.

 

Potrebbe piacerti anche