domenica 23 luglio 2017

M5S-Report, abbraccio mortale: vaccini e vendette

La storica trasmissione d’approfondimento Rai post Gabanelli nella bufera. Doppio problema: sui vaccini, da tempo campo di battaglia politico, e una querela di Benigni. Report finisce così nel mezzo della battaglia politica Rai di chi vorrebbe un dopo Campo Dall’Orto e molto altro. Poi l’abbraccio M5S, simile alla stretta del pitone.

Sopratutto il servizio sul vaccino contro il papilloma virus. Poi la querela di Benigni con molte buone ragioni per vincerla. Settimana No per Report versione post Gabanelli. Bufera politica che in poco tempo si è estesa a tutta la gestione dell’attuale vertice da parte di chi vorrebbe un cambio. Non a caso, chi parla: «Servono veloci approfondimenti», attacca Guelfo Guelfi, ‘spin doctor’ di Matteo Renzi ai tempi di Firenze, portato dall’amico in consiglio di amministrazione Rai. Che mette nel mirino anche il programma di Bianca Berlinguer. Fico, M5S: «Se sospendono Report, gli italiani non paghino il canone». La presidente Rai per caso, prova a gettare acqua sul fuoco: «Ipotesi fantasiose» quelle della chiusura di Report, dichiara Monica Maggioni, ma sulla sorte di Sigfrido Ranucci, neo responsabile della trasmissione del dopo Gabanelli, nessuno si sbilancia.

Prima fu l’inchiesta su L’Unità e gli affari del gruppo Pessina. Qualche callo pestato. Poi lunedì, con la puntata dedicata al vaccino contro il papilloma virus, stesso piede a soffrire. E Report è finito sotto il fuoco incrociato della politica che ha approfittato di un inciampo per presentare un po’ di conti. Report più ‘Cartabianca’, spazio di Bianca Berlinguer che dalle parti del Nazareno (sede Pd per chi non frequenta la politica italiana) non risulta molto simpatica. Lei ‘ex zarina’ del Tg3, in compagnia di Antonio Campo Dall’Orto, voluto da Matteo Renzi direttore generale della Rai con poteri assoluti, il cui indice di gradimento politico è recentemente precipitato.

L’abbraccio mortale
«Se sospendono Report gli italiani sospendano il pagamento del canone», scrive il presidente della Vigilanza Rai Roberto Fico sul blog di Beppe Grillo. Grande senso istituzionale! Ma la questione vaccini, azzardata campagna politica contro, è da sempre nelle corde della politica cinque stelle e molta fantasia. «Quanto alle critiche di chi sostiene che i Cinque Stelle siano favorevoli alle fake news sui vaccini, nemmeno rispondo», mette le mani avanti Fico, in una intervista a Radio Radicale.
Di parere opposto l’ex premier Matteo Renzi. «Non credo alle assurdità che una classe dirigente improvvisata e priva di etica scientifica ha detto utilizzando un seggio alla Camera e una password su Facebook». Simpatia dubbia ma buon mestiere di scuola toscana. «Credo nella scienza, non negli apprendisti stregoni. Mi fido del pensiero dei medici, non degli algoritmi dei portavoce. Seguo il pensiero di Levi Montalcini o di Veronesi, non di Beppe Grillo e delle sue tesi sulla mammografia».

I dubbio giornalistici
Lo stupore di Sabastiano Messina su Repubblica, che difende e assieme striglia. «Bisogna salvare Report , ma salvarlo da se stesso». La storia del giornalismo d’inchiesta -di denuncia, è meglio detto- è preziosa. Bella immagine ‘sessantottina, dei ‘Dieci, cento, mille Report’ al posto di ‘Dieci, cento, mille Vietnam’, «salvo poi scoprire che anche in quel Vietnam rivoluzionario la difesa dalla violenza finì col diventare l’abuso della violenza. E anche se Sigfrido Ranucci non somiglia al generale Giap, forse sarebbe ora che riunisse il suo stato maggiore e rivedesse con cura l’ultima puntata».
L’agguato in un corridoio a Roberto Benigni per la sua scommessa sugli Umbria Studios, querela, e son dolori. Ma il servizio bomba è quello sul vaccino contro il papilloma virus, l’Hpv. Faccenda seria che riguarda la causa del 95 per cento dei casi di cancro al collo dell’utero, in Italia 6500 l’anno. Report ha deciso di indagare sulle conseguenze indesiderate del vaccino. Lodevole. Svolgimento forzato. All’esplodere delle polemiche, il responsabile si difende ammettendo: «Non voleva mettere in dubbio l’utilità dei vaccini».

Dubbi si opportunità anche in casa. Con una certezza tra molti, compreso Remocontro: salviamo Report, a costo di litigare con Report stesso.

Potrebbe piacerti anche